MotoGP Qatar, Jorge Lorenzo: “Sarà una gara di sopravvivenza”

Jorge Lorenzo riporta due cadute nel sabato di Losail. Partirà 15°, la spalla fa male, il polso non è al top. Sarà una domenica in salita per il pilota HRC.

10 marzo 2019 - 6:34

L’esordio ufficiale in Honda di Jorge Lorenzo si prevedeva complicato, ma una doppia caduta ha ulteriormente reso in salita l’esordio stagionale. Nella FP3 è finito sull’asfalto in curva 6, si è sottoposto a riabilitazione e infiltrazione, ha stretto i denti ed è tornato in pista. Nella Q1 aveva siglato il secondo miglior tempo, ma in curva 2 ha riportato una seconda caduta che lo ha messo definitivamente out. Domani partirà dalla 15esima piazza, spalla a spalla con l’avversario di sempre Valentino Rossi.

Il neo pilota Honda ha chiuso le qualifiche con oltre un secondo di gap dal miglior tempo di Vinales. Fortunatamente non ha riportato gravi conseguenze dalle due cadute, ma è dolorante alla vigilia del primo GP con la RC213V. “Sento dolore alla schiena e andrò a letto presto”, ha detto dopo le qualifiche. Devo aspettare e vedere come mi sento quando mi sveglio domani. Se non mi sento bene, devo fare più controlli medici. Se mi sento ragionevolmente bene, uscirò e gareggerò in gara“. L’umidità, le basse temperature dell’asfalto, il vento hanno remato contro il pentacampione che, al termine dei test invernali, aveva chiesto di anticipare la partenza. Richiesta prontamente respinta dalla Dorna. “Sono caduto perché le condizioni erano troppo fredde a causa del vento. Non è stata una buona giornata per noi“.

Gli ingredienti della domenica non lasciano prevedere un buon risultato per Jorge Lorenzo. Corre con una moto nuova, le condizioni fisiche non sono al top, adesso si è aggiunto il dolore alla schiena. “Per me sarà una gara difficile, perché ho poca esperienza con questa moto, il mio polso non è nelle migliori condizioni, il piede e le dita sono state colpite, la schiena fa male. A causa delle temperature fresche e dell’umidità, questa gara sarà interamente basata sulla sopravvivenza – ha concluso il pilota Repsol Honda -. Sarà una vera gara di sopravvivenza. Soprattutto per me“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’

Valentino Rossi e il segreto del ‘Risorgimento Yamaha’

MotoGP, Fabio Quartararo festeggia 20 anni come miglior rookie