MotoGP, Pit Beirer: “Pedrosa non correrà mai più”

Pit Beirer, direttore KTM Motorsport, assicura che Dani Pedrosa non sarà mai in pista come wild card: "Non tornerà mai per stare dietro, decisione comprensibile".

7 gennaio 2019 - 9:15

Nel box KTM sanno che non vedranno mai Dani Pedrosa in veste di wild card. L’ex veterano della Honda ha anticipato i tempi scendendo in pista a Jerez lo scorso 18-19 dicembre, con il beneplacito del costruttore giapponese, nonostante il contratto scadesse il 31 dicembre. Sarebbe potuto scendere in pista già a Valencia e Jerez, ma il team austriaco era indaffarato a gestire per la prima volta quattro piloti. Un personaggio del suo calibro non poteva essere trattato come “quinta ruota del carro”, meglio riservargli due giorni di test per concentrarsi su di lui. E nel corso dell’anno saranno almeno 20 i giorni di test che dovrà svolgere in sella alla RC16, quindi un calendario corpulento e abbastanza impegnativo.

Pit Beirer, direttore KTM Motorsport, ha subito spento i facili entusiasmi dei fan di Daniel che vorrebbero rivederlo in gara: “Al momento non abbiamo nessun piano come jolly per il Mondiale MotoGP, perché Pedrosa non ha nessuna intenzione di correre“. Ma non nasconde che la porta resterà sempre aperta per un eventuale cambio di decisione: “Non voglio escluderlo categoricamente per l’intera stagione 2019. Se a un certo punto ha senso imparare qualcosa in una gara con la moto di prova può sempre tornare“. Da questa stagione la casa di Mattighofen schiererà per la prima volta quattro moto ufficiali, in caso di infortuni il primo a subentrare sarà Mika Kallio. “Non bisogna mai convincere un pilota a correre – ha aggiunto Pit Beirer a Speedweek.com -. Dani ha concluso la sua carriera per alcuni motivi, forse perché non vuole più correre il rischio. Sa esattamente di cosa avrebbe bisogno per essere davanti, ma ci vuole un po’ di rischio. Non vuole più farlo, quindi si ferma. Non correrà mai più per stare dietro. Pertanto, la sua decisione è completamente comprensibile per noi. Non fa alcuna differenza per il nostro progetto perché non ci affidiamo a Dani come pilota da corsa. I risultati in gara dovrebbero ottenerli i quattro piloti“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Guardo i dati di Jorge Lorenzo”

ESCLUSIVA Matteo Ferrari tra MotoE, CEV Moto2 ed un pensiero al Mondiale

MotoGP, Bradley Smith: “L’Aprilia 2020 arriverà entro settembre”