MotoGP, Pecco Bagnaia: “La Ducati mi voleva già quest’anno”

Il talento di Chivasso parte alla conquista del Mondiale Moto2. Comunque vada nel 2019 sarà sulla Rossa

15 marzo 2018 - 7:45

Pecco Bagnaia sta per cominciare l’assalto al Mondiale Moto2 ma è virtualmente già un pilota MotoGP, visto ha già firmato per Ducati Corse e nel 2019 sarà con il team Pramac. Il talento di Chivasso, intervistato da La Gazzetta dello Sport in edicola giovedi 15 marzo, rivela un dettaglio interessante.

Commenta

per primo!

ANTICIPO – «Il contatto decisivo con Ducati è stato in ottobre 2017, ma già un anno prima mi avevano fatto la stessa proposta per passare in MotoGP adesso, cioè nel 2018. Ho rifiutato, ero convinto di dover dimostrare qualcosa in più, di dover fare almeno due stagioni in Moto2. Che è esattamente quel che volevo. La MotoGP, e soprattutto la Ducati. In famiglia siamo sempre stati tutti ducatisti, soprattutto zio Dodo, tifosissimo di Bayliss. Sono affascinato dal marchio, dalla storia»

OBIETTIVO – Intanto Pecco ha nel mirino l’iride della categoria di mezzo, dopo esser stato nel 2017 miglior debuttante.  «E’ la prima volta in cui, finalmente, posso davvero lottare per qualcosa di importante. La moto c’è, il team c’è e io penso di esserci.La classifica 2017 dice che i favoriti siamo io, Alex Marquez e Oliveira, ma andranno forte pure Baldassarri, Lowes, Pasini e Binder. L’importante sarà non sprecare nessuna situazioni favorevole».

MotoGP Qatar:Gli orari delle dirette TV

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Leon Camier: “Honda Superbike, c’è molto da fare”

Honda è tornata sul serio: ecco le CBR di Camier e Kiyonari

Arlington da urlo: Cooper Webb batte in volata Ken Roczen