MotoGP, Motegi: Sprofondo Aprilia, una qualifica da dimenticare

Aleix Espargaro partirà 19°, due posizioni dietro Scott Redding. Sulla pista giapponese la RS-GP ha fatto passi indietro

20 ottobre 2018 - 8:39

Una qualifica molto adisotto delle aspettative relega Aleix Espargaro e l’Aprilia RS-GP nei bassifondi dello schieramento. Pur dimostrando di avere alla sua portata posizioni nettamente migliori, lo spagnolo si è fermato al 19° crono in 1’46.183. Con l’altra RS-GP Scott Redding è incappato in una scivolata, senza danni per il pilota, che lo ha retrocesso in 21° posizione. Sarà quindi un GP del Giappone molto difficile per le due moto italiane (qui cronaca e classifica della qualifica)

In qualifica ero al limite perchè volevo entrare in Q2, il tempo che stavo facendo era molto buono ma un errore nella parte finale del giro mi ha fatto perdere decimi fondamentali” racconta Aleix Espargaro. “Purtroppo le qualifiche sono così, basta il minimo sbaglio a farti perdere posizioni. Oggi è stata una giornata difficile, abbiamo problemi di grip al posteriore che ci impediscono di fermare la moto e di accelerare velocemente. Daro’ il massimo in gara, al momento il nostro passo non è eccezionale ma dovremmo essere in grado di lottare nella zona punti”.

Scott Redding ha detto:  “Durante le prove mi sono trovato bene, abbiamo ancora un paio di problemi che siamo riusciti a mitigare in parte. Rimane il chattering, che è stato anche la causa della caduta in qualifica. Ne soffriamo in un paio di curve ma ci fa perdere molto tempo e, soprattutto, ci espone al rischio di errori. Non sono ancora sicuro sulla scelta delle gomme, ho usato la morbida anteriore ma ho qualche dubbio. Valuteremo nel debriefing tecnico e vedremo quali saranno le condizioni della gara“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

ARRC ASB1000 Bend Qualifiche: Broc Parkes in pole

Rea, Haslam, Razgatlioglu con Kawasaki alla 8 ore di Suzuka 2019

MotoGP, Alex Rins rincorre il suo terzo sogno