MotoGP, Mick Doohan: “Marquez e Lorenzo non hanno scuse”

Mick Doohan, stella Honda con cinque titoli mondiali, preannuncia una grande sfida tra Marc Marquez e Jorge Lorenzo: "Speriamo che nessuno si faccia male".

17 dicembre 2018 - 19:53

L’arrivo di Jorge Lorenzo in sella alla RC213V è già una prima vittoria per Honda in ottica 2019. Avere due fuoriclasse in squadra contribuirà a migliorare il livello tecnico della moto e spronerà Marc Marquez a migliorarsi ulteriormente. Fino ad oggi il Cabroncito non ha avuto un vero rivale nel box, ma dalla stagione prossima cambierà la musica e troverà nuove motivazioni.

Il cinque volte campione iridato Mick Doohan si complimenta per l’obiettivo raggiunto da Alberto Puig nel mettere insieme due talenti della MotoGP e preannuncia una sfida di altri tempi. “Marc ha 25 anni, quindi se penso che Valentino a 40 anni sta ancora imparando, credo che anche lui continuerà a migliorare. Con Pedrosa ha avuto un forte compagno di squadra, ma adesso ha un tre volte campione che lo porta a spingere, sa che ha un serio avversario che lo motiverà“.

Di certo il nome del compagno di team non influenzerà il suo stile di guida né cambierà la sua ambizione: “Quando ho gareggiato per molti anni, non ho mai badato chi fosse il mio compagno di squadra. Sono abbastanza sicuro Marc farà lo stesso. Essere al fianco di Lorenzo sarà come avere Pedrosa per lui. Penso che ci sono due stili diversi e due ragazzi molto forti mentalmente, due ragazzi di un simile talento non possono che contribuire ad evolvere la Honda ad un altro livello“.

Difficile pronosticare se vedremo un nuovo Marquez o un Lorenzo diverso, ma non ci saranno alibi se non che il fenomeno di Cervera conosce la RC213V ormai da sei anni. Un dettaglio non irrilevante, ma un fuoriclasse del calibro di Lorenzo ha il potenziale per trovare in tempi brevi il feeling con la nuova moto e sfidare Marc ad armi pari, considerando che i tecnici HRC sono a completa disposizione per calibrare il cavallo di battaglia a sua misura. “Jorge non ha più scuse, lo stesso Marc – ha aggiunto Mick Doohan a Motorsport.com -. L’unica differenza è che Marc ha una storia con la Honda, lui sa come lavorare con tutti, e Lorenzo è un pilota forte, veloce e intelligente, quindi penso che adattarsi alla Honda sarà relativamente facile… è in competizione con Marc da cinque o sei stagioni, quindi sa quanto sia forte mentalmente e tecnicamente. So quanto hai bisogno di lavorare per competere contro di lui. Speriamo che nessuno si faccia male, ma non ci sono scuse. Sarà una sfida interessante“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Siamo sereni, la Corte d’Appello ci darà ragione”

BSB Test Portimao: O’Halloran precede Redding e Forés

Ducati non si ferma: Bautista e Davies doppio test ad Aragon