MotoGP Marc Marquez “Rossi usa il potere mediatico contro gli altri”

Si scaldano i toni alla vigilia dell'apertura MotoGP in Qatar. Rossi sulla Gazzetta promette vendetta, Marquez risponde su Marca "Non mi farò condizionare"

15 marzo 2016 - 9:59

Mercoledi alle 15 nella conferenza stampa di Losail Valentino Rossi e Marc Marquez si troveranno di nuovo fianco a fianco. L’ultima volta è stata in ottobre, a Sepang, alla vigilia della tempesta (e del contatto in pista…) che hanno condizionato il finale di MotoGP 2015.

Ma non c’è bisogno di aspettare il faccia a faccia pubblico, gli animi sono già incandescenti. Perchè a Marquez non sono andati giù i toni che Valentino Rossi ha usato nell’intervista esclusiva rilasciata alla Gazzetta dello Sport venerdì scorso. In particolare l’accusa che gli spagnoli (cioè Marquez e Lorenzo) gli abbiano rubato il Mondiale e la neanche tanto velata minaccia di vendicarsi in pista come Senna contro Prost in F1 a Suzuka nel ’90.

E’ normale che alcuni piloti abbiano più potere mediatico di altri, se lo sono meritato in pista, però non va bene utilizzarlo contro qualcuno” ha risposto Marquez intervistato da Motorsport e rilanciato dalla sito di Marca,  l’omologo spagnolo di Gazzetta.

In pista ho fatto sempre la mia gara, interpretando le situazioni nel modo che mi sembrava più opportuno, dando sempre il cento per cento. In pista non c’è niente che mi possa influenzare”.

4 commenti

fossati.giovann_33
4:03, 15 marzo 2016

tu invece sei supportato dallo staff dirigenziale della MOTOGP…comunque siamo sempre in attesa di avere i dati delle centraline HRC relativi a quella famosa gara..per la correttezza,,,,

Sinisa
4:03, 15 marzo 2016

Dopo anni di ruberie dove lui correva con le motogp e gli altri con la Lambretta , dopo aver sempre sbeffeggiato i suoi rivali da perfetto cafone antisportivo…..finalmente adesso gli altri hanno le moto come la sua e vanno molto più forte di lui…quindi muto e corri se sei capace…MM ti svernicia quando vuole …tu hai paura non lui

cesare_din_345
1:03, 15 marzo 2016

Non vorrei più commentare i diversi comportamenti di Rossi nella sua carriera , questo-‘individuo come umano non m’interessa se non a cavallo su una moto ,a meno che un’attività annessa, quellq di calciatore per esempio, non vengono a ricordare altre sportellate o tagli di curve per eccesso. Proviamo a bruciare i veleni sulla pista con duelli aspri magari, virili, ma non da provocare incidenti pericolosi. Mi inchino volentieri a fronte di qualunque impresa sportiva, il resto non fa parte dello sport.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MXGP: Antonio Cairoli spalla lussata, Germania a forte rischio

Andrea Dovizioso: “Lorenzo non era lucido, merita una penalità”

BSB Brands Hatch Gara 2: Josh Brookes bis, Ducati tris