MotoGP, Jerez: Jorge Lorenzo si gioca il futuro “Io non mollo”

Venerdi compie 31 anni e su una delle piste preferite vuole invertire il trend. Andrea Dovizioso ottimista

3 maggio 2018 - 7:57

Jorge Lorenzo sbarca a Jerez, uno dei tracciati storicamente favorevoli. In dieci partecipazioni il pilota spagnolo è salito sul podio otto volte, vincendo il GP di Spagna nel 2010, nel 2011 e nel 2015. Lo scorso anno Jorge ha ottenuto il suo primo podio su Ducati con il terzo posto.

“Dopo la difficile gara di Austin è il momento di cambiare la situazione e arrivo in Spagna con molta voglia di far bene” si augura Jorge Lorenzo. “Il circuito di Jerez è uno dei miei tracciati preferiti, e su questa pista ho degli ottimi ricordi, come il mio primo podio con Ducati l’anno scorso. Penso che sia il circuito giusto per iniziare ad invertire il trend di inizio stagione e sarà importante cominciare bene fin da venerdì e capire com’è il grip dopo il riasfaltatura della pista. Stiamo lavorando sodo e dobbiamo continuare a pensare in modo positivo. Io non ho nessuna intenzione di mollare.”

ANDREA DOVIZIOSO – Arriva sul tracciato andaluso da leader del campionato. “Arriviamo al primo round europeo della stagione primi in classifica, in una situazione decisamente migliore rispetto allo scorso anno, e questo è sicuramente positivo. Abbiamo gestito bene le prime tre gare, ma abbiamo anche visto che i nostri avversari sono tutti molto veloci. A novembre dello scorso anno abbiamo fatto un buon test sul circuito di Jerez e il nuovo asfalto aveva un buon grip, ma in quel periodo faceva più freddo per cui dovremo aspettare venerdì per capire meglio le condizioni del tracciato.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MXGP: clamoroso Jeffrey Herlings già in moto!

MotoGP: Più aerodinamica per Rossi nel 2019

MotoGP, Eschenbacher: “Yamaha non doveva privarsi di Zarco”