MotoGP, Aragón: Un raggio di luce per Aprilia, finalmente!

Bellissimo sesto posto di Aleix Espargaro. Conforta anche il distacco molto ridotto da Honda e Ducati. E' la svolta?

23 settembre 2018 - 15:13

Finalmente! Aprilia centra un magnifico sesto posto con Aleix Espargaro nel GP di Aragon, ma il dato che conforta di più è il distacco molto ridotto dalla Honda di Marc Marquez, appena nove secondi. E’ la svolta ad una stagione 2018 finora sotto le aspettative? Scattato dalla quinta fila Aleix ha compiuto un vero capolavoro nel primo giro che lo ha visto transitare al sesto posto, posizione che ha anche migliorato battagliando con Pedrosa e andando a occupare la quinta posizione nel giro successivo. E’ rimasto a contatto del gruppo di testa per metà gara e poi, assestatosi al sesto posto, ha mantenuto la posizione per tutti i giri rimanenti, girando veloce e con estrema costanza e tenendo lontani gli inseguitori. Qui cronaca e classifica del GP

Commenta

per primo!

La chiave della gara di oggi sono stati i primi 5 giri” spiega Aleix Espargaro. “Dopo una ottima partenza sono riuscito ad essere molto veloce, rimanendo incollato a Pedrosa e mantenendo il contatto con il gruppo di testa. Ho spinto da subito perchè sapevo che ci sarebbe stato da amministrare il consumo gomme nel finale. E’ un risultato importante per tutti: io mi sto impegnando come non mai cercando di mantenere alta la motivazione, il team e i ragazzi di Aprilia a Noale lavorano ininterrottamente ma non è un processo facile. Non ci dobbiamo illudere dopo un buon risultato, perchè Aragon è forse la pista dove mi sono sempre trovato meglio, ma si tratta sicuramente di una iniezione di fiducia. Ho cambiato metodo di lavoro con Pietro, sia a livello di setup sia nella gestione del weekend, concentrando gli sforzi sulla gara e stravolgendo la geometria della RS-GP. Non siamo ancora soddisfatti, bisogna essere veloci sempre e con facilità, per questo serve continuare con il massimo impegno”.

MXGP Imola: qui i biglietti per la Superfinale del 29-30 settembre

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Leon Camier: “Honda Superbike, c’è molto da fare”

Honda è tornata sul serio: ecco le CBR di Camier e Kiyonari

Arlington da urlo: Cooper Webb batte in volata Ken Roczen