MotoGP, Andrea Iannone chiude col botto in Qatar

Andrea Iannone chiude 13° il suo primo GP con Aprilia. Dopo il traguardo scivola e rientra ai box accompagnato da Johann Zarco in KTM

11 marzo 2019 - 15:18

La prima gara di Andrea Iannone in sella all’Aprilia termina con un 14° posto che vale 2 punti (qui cronaca e classifica). Partito dalla settima fila si è ritrovato imbottigliato nel traffico e non ha potuto tentare l’avvicinamento al gruppo di testa. Dopo le prime fasi ha migliorato il passo conquistando posizioni in sella alla RS-GP e confermando il trend di crescita. Alla partenza ha perso l’ala sinistra dopo un contatto con Morbidelli e al termine del GP ha riportato una brutta caduta senza conseguenze fisiche, rientrando ai box sulla KTM di Johann Zarco.

Entrambe le Aprilia lasciano il Qatar in zona punti, può ritenersi un buon risultato iniziale. “Tutto sommato, è stata una gara positiva. Nella mia prima gara in MotoGP con Aprilia sono distante 14 secondi dalla vetta, non è affatto male“. Ma non tutto è filato secondo i piani iniziali. “Nella prima curva ho perso l’ala sinistra, poi ovviamente la moto non era più in equilibrio, la ruota anteriore tendeva ad alleggerirsi molto. Non è stata certo una gara normale con questo problema. Ma sono soddisfatto, alla fine miglioriamo ogni volta che scendiamo in pista: giorno dopo giorno, corsa per corsa. Questa è la nostra priorità“.

Sul rettilineo finale ha perso la sfida con la Honda di Jorge Lorenzo, dopo la bandiera a scacchi è caduto. “Ho perso l’anteriore.  Cosa è successo? Dopo l’arrivo la gomma  si è raffreddata molto e sono caduto, fortunatamente non in gara“. Adesso si lavora per la seconda gara stagionale a Termas de Rio Hondo, un tracciato sulla carta favorevole all’Aprilia RS-GP. “Espargaro in passato è stato sempre veloce in Argentina, mi auguro di esserlo di nuovo quest’anno per avvicinarci ai migliori piloti“. Ma Andrea Iannone non si nasconde: “Al momento non siamo pronti per le vittorie o per il podio“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, SOS Aleix Espargarò: “Aprilia mi deve aiutare”

MotoGP, Fabio Quartararo in modalità qualifica a Le Mans

Francesco Guidotti: “Le priorità Pramac? Pecco e Miller. Ma Jack…”