MotoGP 2019: Cambiano le qualifiche, Q1 e Q2 anche per Moto2 e Moto3

Nuovo formato per le qualifiche di Moto2 e Moto3 a partire dalla prossima stagione: ci saranno due sessioni cronometrate, come in MotoGP.

19 novembre 2018 - 11:31

A stagione 2018 appena conclusa, viene comunicata un’importante novità per quanto riguarda la prossima stagione: le qualifiche per le categorie Moto2 e Moto3 subiranno un grande cambiamento, nel senso che i turni per ottenere la pole position diventeranno due, come in MotoGP. La decisione è stata presa in seguito a quanto visto spesso quest’anno, vale a dire piloti che rallentano aspettando la giusta scia (Moto3) e tempi veloci realizzati solo all’inizio del turno (Moto2).

Si cerca così di rendere migliori i turni di qualifiche non solo per chi corre, ma anche per chi guarda le sessioni. Maggiore attenzione quindi alle prove libere: la classifica combinata dei tre turni (della durata di 40 minuti ciascuno) determinerà i 14 che accederanno direttamente alla Q2 (che durerà 15 minuti), mentre gli altri dovranno disputare la Q1 (sempre di 15 minuti), con i quattro migliori che si qualificheranno alla sessione successiva per giocarsi anche loro la pole position. Questi quattro, costretti a disputare tutti e due i turni, avranno a disposizione una gomma in più. Il programma per domenica rimane invariato.

Ecco in sintesi il nuovo formato del fine settimana, effettivo a partire dalla prossima stagione

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Alvaro Bautista: “Chissà se saremo sempre così veloci”

Moto3, analisi: Fenati è tornato per essere campione

Jonathan Rea: “Qui sono costretto a non spingere”