MotoE: Ecco il team Octo Pramac con De Angelis e Hook

Pramac e Octo affronteranno insieme il nuovo campionato elettrico: ecco Octo Pramac MotoE, pronto all'esordio con Alex De Angelis e Josh Hook.

4 aprile 2019 - 15:45

Pramac Racing è una delle squadre che prenderà parte al nuovo campionato elettrico. Ecco presentata quindi la sua struttura, chiamata Octo Pramac MotoE grazie all’accordo con uno storico sponsor nella storia della MotoGP (2015-2017). I suoi piloti, l’ex pilota MotoGP e attuale tester NTS Alex De Angelis ed il campione del mondo Endurance in carica Josh Hook esordiranno nella Coppa del Mondo ad inizio luglio, sul tracciato tedesco del Sachsenring.

“Siamo felici di condividere con Octo l’interesse creato attorno alla MotoE” ha dichiarato il team principal Paolo Campinoti. “Il nostro obiettivo è ottenere insieme grandi risultati, come già fatto in MotoGP.” “Si tratta di un’avventura nuova per tutti” ha aggiunto il team manager Francesco Guidotti. “Alex, Josh e tutta la squadra hanno già dimostrato voglia di competere ad alti livelli.” Lieto di far parte del progetto anche Fabio Sbianchi, CEO di Octo Telematics. “La MotoE è il futuro” ha dichiarato. “Per noi quindi è naturale supportare questa nuova avvincente competizione. I piloti daranno il meglio in pista per regalare soddisfazioni a noi ed ai tifosi.”

La parola ai piloti. Il più esperto è Alex De Angelis, pronto per tornare a competere ed elettrizzato da questa nuova avventura. “Questo campionato si presenta come una grande novità che attirerà senz’altro l’attenzione. Bello poter ripartire con un team come Pramac in una categoria nuova come la MotoE. Non vedo l’ora di cominciare.” Non è da meno anche Josh Hook: “Si tratta di una sfida interessante e ringrazio la squadra per questa opportunità. Le sensazioni sono positive, la MotoE è competitiva e fin dai primi test mi sono divertito. Daremo il massimo per ottenere grandi risultati.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Valentino Rossi e il segreto del ‘Risorgimento Yamaha’

MotoGP, Fabio Quartararo festeggia 20 anni come miglior rookie

Moto2, Tom Lüthi: “La stagione in MotoGP una ‘buona scuola’ “