MotoE: Ecco come funziona la gestione dei dati firmata Dell’Orto

Il software per l'acquisizione e la gestione dei dati sulle MotoE è stato sviluppato dall'italiana Dell'Orto. Ecco come funziona.

8 gennaio 2019 - 16:05

C’è grande interesse attorno a quello che sarà un campionato completamente elettrico, vale a dire la FIM Enel MotoE World Cup, al via nel 2019. Tanti i partner italiani coinvolti in questa nuova esperienza e uno di questi è la società italiana Dell’Orto, chiamata ad occuparsi del sistema di gestione e acquisizione dei dati. Paolo Colombo, responsabile di Dell’Orto per il progetto MotoE, ha spiegato come funziona.

Come riportato da MotoEGP.it, questo sistema ha come funzione principale quella di registrare tutti i segnali provenienti dei sensori presenti sulla moto, dati che poi vengono scaricati dal telemetrista una volta che il pilota sia rientrato al box (mai in tempo reale, come precisato dal regolamento tecnico). In questo modo possono essere analizzati vari aspetti, come il comportamento nei vari settori della pista o la temperatura delle gomme. Ecco un grafico per capire meglio come funziona.

Tanti i dati da valutare, ma la maggior parte relativi alla ciclistica come la velocità, il livello di carica della batteria o gli angoli di inclinazione della moto, per fare qualche esempio. Si tratta di una scelta operata dall’organizzazione del campionato, che vuole così favorire una competizione più livellata. Come si può vedere dalla foto in copertina, il software si chiama DoData, sviluppato direttamente da Dell’Orto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MXGP Gran Bretagna: Cairoli vince ma Gajser è tornato

Moto3: Meikon Kawakami wild card a Jerez

Supersport 300: Presentato il Kawasaki GP Project