Moto3 Qatar, Prove 1: Ottimo inizio di Romano Fenati

Romano Fenati chiude la prima sessione di prove libere al comando. Seguono Jakub Kornfeil, Lorenzo Dalla Porta e Dennis Foggia.

8 marzo 2019 - 12:42

Il primo turno di prove libere al Losail International Circuit si chiude con Romano Fenati in testa alla classifica. Il pilota Snipers Team chiude con un 2:06.917, seguito da Jakub Kornfeil (scivolato) e dai connazionali Lorenzo Dalla Porta e Dennis Foggia. Buona presenza in top ten di italiani, con anche Tony Arbolino 6°, Celestino Vietti 9° ed Andrea Migno 10°.

Primo Gran Premio della stagione al via (in condizioni non ottimali della pista), ma non tutti arrivano al top della forma. Jaume Masiá (Bester Capital Dubai) è convalescente da una frattura all’astragalo, rimediata nel corso dei test a Jerez. Gabriel Rodrigo (Kömmerling Gresini) è stato operato pochi giorni fa per una lesione ad una clavicola, conseguenza di una caduta durante i test in Qatar. Dovrà rimandare il suo esordio invece uno dei rookie: Sergio García (EG 0,0) infatti non ha ancora compiuto 16 anni. Il suo posto in questa occasione verrà occupato da Ryusei Yamanaka, quest’anno nel CEV Moto3.

In questa occasione iniziamo a vedere anche prove di Long Lap Penalty, una nuova sanzione introdotta con effetto immediato per infrazioni in gara. La prima sessione si chiude con Romano Fenati al comando della classifica dei tempi, seguito da Jakub Kornfeil e da Lorenzo Dalla Porta, all’ultimo davanti a Dennis Foggia. Ayumu Sasaki si colloca in quinta piazza a precedere Tony Arbolino e Alonso López, mentre Kaito Toba, Celestino Vietti e Andrea Migno completano la top ten.

Così gli altri italiani: Niccolò Antonelli (protagonista di una caduta) è 13°, Riccardo Rossi è 29°. Da registrare anche alcune cadute: oltre ad Antonelli e Kornfeil, finiscono a terra anche Jaume Masiá già alla curva 8 e Ryusei Yamanaka (piccolo highside per lui).

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Moto3: Albert Arenas tornerà in azione a Jerez

La sfida di NTS, il piccolo costruttore giapponese in Moto2

MotoGP, Dovizioso: “Non seguirò le orme di Valentino Rossi”