Moto3 Losail Prove 3: Quartararo balza in testa

Miglior tempo del francese su KTM Leopard nella FP3 Moto3 davanti a Binder e Loi, bene Nicolò Bulega, Romano Fenati, Enea Bastianini ed Andrea Migno, cade Antonelli.

18 marzo 2016 - 16:56

Terza ed ultima sessione di prove libere per i giovani piloti della categoria Moto3. Durante le prime due sessioni brilla Livio Loi, ma gli italiani non sono così lontani, in particolare Bulega e Fenati, stabili nelle prime posizioni, con l’inserimento anche di Bagnaia nella seconda sessione. Vediamo ora cosa ci riserva questo ultimo turno.

La prima posizione in questo turno è di Fabio Quartararo, che quasi finisce a terra a fine sessione, per poi marcare un 2:05.859 che si avvicina molto al miglior tempo del giovedì di Loi, permettendogli di chiudere in testa. Secondo è Brad Binder, a circa due decimi, mentre terzo è il protagonista della prima giornata, il già citato Livio Loi. Nicolò Bulega è ancora protagonista, complice anche una scia, con un quarto tempo alla fine della terza sessione, precedendo i connazionali Romano Fenati, Enea Bastianini e Andrea Migno.

In ottava posizione c’è l’esordiente Bo Bendsneyder davanti a Jorge Martin, mentre chiude la top ten Niccolò Antonelli, protagonista di una caduta curiosa: la sua moto rimane infatti in pista e deve essere velocemente recuperata dai commissari di pista. Per quanto riguarda gli altri italiani, Andrea Locatelli chiude in ventesima posizione davanti a Fabio Di Giannantonio, Francesco Bagnaia è ventottesimo, mentre Stefano Valtulini, Lorenzo Petrarca e Fabio Spiranelli chiudono la classifica.

Da registrare un incidente a inizio turno tra John McPhee e Darryn Binder, a terra alla curva 10, fortunatamente senza conseguenze per i piloti. Verso fine turno alla curva 9 finisce a terra Norrodin, che è costretto a lasciare la moto danneggiata e tornare al box a piedi. Ma non finisce qui, perché anche Navarro è protagonista di una caduta alla curva 6, forse conseguenza di una leggera escursione sull’erba sintetica avvenuta poco prima, ma per fortuna il pilota non riporta danni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ducati-Yamaha, test a Misano. Con Pirro e Folger anche Bautista e Davies

MotoGP, Assen: Alex Rins “Sarà battaglia anche quest’anno”

Pit Beirer: “Pedrosa non è marketing, vuole fare la differenza con KTM”