Moto3, Argentina: Prima pole position per Jaume Masiá

Jaume Masiá si assicura la prima pole in carriera a Termas de Río Hondo. Prima fila completata da Aron Canet e Tony Arbolino.

30 marzo 2019 - 17:23

La pole position del secondo appuntamento stagionale finisce nelle mani di Jaume Masiá. Il giovane pilota Bester Capital Dubai, rimessosi da un infortunio al piede rimediato nei test, inizierà il Gran Premio dalla prima casella in griglia. Seconda piazza per Aron Canet, terzo il poleman 2018 Tony Arbolino davanti ai connazionali Dalla Porta, Antonelli, Migno e Fenati.

La prima notizia è che Canet, 12° in classifica combinata, ha perso il suo tempo per aver oltrepassato i limiti della pista e si ritrova a disputare la Q1. Se ne avvantaggia Sasaki, che così accede direttamente alla seconda sessione di qualifiche. In pista anche Viu e Yurchenko, dichiarati idonei dopo l’incidente nelle FP3, mentre cade Öncü, fino a quel momento vicino alle prime 4 posizioni. Non manca la battaglia anche in questa sessione: alla fine accedono alla Q2 Andrea Migno (autore del miglior crono), Aron Canet, Vicente Pérez e Jakob Kornfeil. Celestino Vietti chiude 7° davanti a Dennis Foggia (21° e 22° in griglia), Riccardo Rossi è 12° (26°).

Scatta poi il turno in cui si decideranno la pole position e le altre prime 17 posizioni in griglia di partenza. La sessione inizia a rilento e solo negli ultimi minuti abbiamo il primo tempo cronometrato, quello di Dalla Porta. Inizia così la sfida, con tutti i piloti in pista e determinati a dare il meglio di loro stessi fino alla bandiera a scacchi. Jaume Masiá conquista così la pole position sul tracciato argentino, davanti al connazionale Aron Canet. Dietro di loro ben cinque italiani, con Tony Arbolino in prima fila seguito da Lorenzo Dalla Porta, Niccolò Antonelli, Andrea Migno e Romano Fenati.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tre jolly per Marc Marquez: telaio, motore e aerodinamica

Completata una giornata di test per Moto2 e Moto3 al Montmeló

MotoE, Test Valencia: Bradley Smith al top nel Giorno 2