Moto2 Qatar, Prove 1: Marcel Schrötter in testa

Marcel Schrötter al comando dopo la prima sessione motorizzata Triumph. Seconda piazza per Xavi Vierge, 3° Bo Bendsneyder.

8 marzo 2019 - 13:35

Scatta ufficialmente la nuova era della Moto2, con Marcel Schrötter in testa dopo la prima sessione di prove libere motorizzata Triumph. Il tedesco del team Dynavolt Intact GP si è imposto su Xavi Vierge e su Bo Bendsneyder, miglior italiano Andrea Locatelli in quinta piazza.

Si tratta del primo turno in un GP per il nuovo motore Triumph, così come per l’elettronica Magneti Marelli. Importanti novità tecniche quindi per la categoria intermedia in questa stagione. Una notizia è rappresentata anche dalla presenza di un team di proprietà americana, con l’obiettivo di essere nuovamente protagonisti. Si tratta di American Racing KTM, che schiera lo statunitense Joe Roberts e lo spagnolo Iker Lecuona.

Partenza ottimale per la coppia Dynavolt Intact GP, che vede entrambi i suoi piloti al comando per buona parte della sessione. Ad una ventina di minuti dalla fine l’attività rallenta per sporco alla curva 3, lasciato in seguito ad un violento highside di Iker Lecuona (pilota ok). Una volta ripartiti, gli ultimi minuti sono particolarmente intensi. Alla fine sarà Marcel Schrötter a chiudere al comando davanti a Xavi Vierge ed a Bo Bendsneyder.

Quarta piazza finale per Thomas Lüthi, che ha preceduto Andrea Locatelli, Augusto Fernández e Jorge Navarro. Chiudono la top ten Luca Marini seguito da Enea Bastianini e da Lorenzo Baldassarri. Così gli altri italiani: Simone Corsi 17° davanti a Nicolò Bulega, Fabio Di Giannantonio 23°, Marco Bezzecchi 26°, Stefano Manzi 29°. Da registrare, oltre all’incidente di Lecuona, anche un highside per Jake Dixon ed una caduta per Somkiat Chantra. Sam Lowes si è invece fermato anzitempo per problemi meccanici.

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Márquez: “Rivali o Lorenzo? Mi motiva solo il titolo”

MotoGP, Jack Miller: “Lorenzo è stupido e fuori controllo”

MotoE, Test Valencia: Giorno 3, Niki Tuuli chiude al comando