Moto2, Lorenzo Baldassarri: “Siamo veloci e costanti”

Lorenzo Baldassarri tocca quota tre successi nelle prime quattro gare del 2019. L'italiano continua a mostrarsi come l'uomo da battere nella categoria intermedia.

6 maggio 2019 - 8:54

Dopo due vittorie ed uno zero, ecco un nuovo successo targato ‘Baldattack’. Lorenzo Baldassarri ha messo il suo sigillo nella prima tappa spagnola del 2019, rafforzando così la leadership iridata che finora non ha mai mollato. Visto com’era iniziato il fine settimana, una prova davvero splendida per il pilota del team di Sito Pons, determinato a porsi una volta di più come l’uomo da battere in questa stagione.

Come accennato, la tappa a Jerez non era partita sotto i migliori auspici. Nelle prime prove libere ha accusato per due volte un problema tecnico alla sua KALEX, oltre a rendersi protagonista di una caduta. Seconda e terza sessione senza guai meccanici, ma non sono mancate altre due cadute che sicuramente non l’hanno aiutato. ‘Balda’ si era comunque assicurato l’accesso diretto alla Q2, conquistando la sesta casella in griglia di partenza.

In gara ecco subito una bandiera rossa per un multiplo incidente, per poi riprendere. Fin da subito il pilota italiano è apparso imprendibile, facendo il vuoto dietro di sé assieme al compagno di squadra Fernández. Tra i due si è svolto poi un bel duello, finché lo spagnolo non si è arreso (i postumi dell’infortunio si sono fatti sentire). Baldassarri è riuscito ad accumulare sempre più margine, ripetendo il successo del 2018 a Jerez.

“Siamo sempre riusciti a mantenere un buon ritmo e questo ci ha permesso di conquistare la vittoria” ha dichiarato ‘Balda’. “Sono davvero contento di questo risultato. Ad inizio gara c’è stato l’incidente e poi la ripartenza, ma siamo sempre stati lì. Ora siamo a quota tre vittorie in quattro gare, un vero peccato la caduta ad Austin. L’aspetto più importante è che ci manteniamo sempre nelle prime posizioni, siamo veloci e costanti.”

“La squadra ha svolto davvero un ottimo lavoro, voglio ringraziare ognuno di loro.” Non mancano alcune parole anche per il compagno di squadra, appena rientrato da un infortunio ed in grado di conquistare il suo primo podio nel Campionato del Mondo. Anche se le condizioni fisiche non erano ancora ottimali, lo spagnolo ha battagliato a lungo con Baldassarri per la vittoria, prima di cedere il passo. “Voglio fare i complimenti ad Augusto, ha fatto davvero una bellissima gara.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Pol Espargarò: “Non servono le scuse KTM”

MotoGP, Davide Tardozzi: “Petrucci è la scelta giusta”

MotoGP 2022-2026: i 4 punti Dorna per il futuro