Honda, Suzuki, KTM e Aprilia in appello: il caso Dovi non è chiuso

Caso Dovi, la vittoria resta congelata: tutte le avversarie, eccetto Yamaha, hanno fatto appello contro la decisione dei commissari in Qatar

11 marzo 2019 - 7:05

Il caso Dovizioso non è chiuso e la vittoria di Andrea in Qatar resta congelata (qui cronaca e risultati). Honda, Suzuki, Ktm e Aprilia hanno presentato appello nei confronti della decisione dei commisari che dopo il GP avevano confermato il risultato in pista e il successo Ducati.  Oggetto del contendere la pinna montata nella zona inferiore del forcellone della GP19, che per le tre Case non sarebbe regolare, considerata appendice aerodinamica posizionata in una zona non ammessa dal regolamento (ne abbiamo parlato qui). Accusa dalla quale la Ducati si difende, sostenendo come l’appendice non crei deportanza, ma serva per raffreddare la gomma posteriore. Difesa che però smentisce quanto dichiarato da Danilo Petrucci dopo le prove di sabato, forse solo per depistare i media (leggi qui)

Quando decideranno?

C’è voluta un’ora di discussioni nell’ufficio del direttore tecnico Danny Aldridge, per legittimare la vittoria di Dovizioso, Però dopo è stato presentato appello, che sarà discusso dalla Corte della Fim nei prossimi giorni in mancanza di elementi sufficienti per una decisione corretta. Dunque il 13° successo in top class di Andrea Dovizioso resta sub judice. Ci si augura che la decisione venga presa prima del prossimo GP che si correrà in Argentina il 31 marzo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’

Valentino Rossi e il segreto del ‘Risorgimento Yamaha’

MotoGP, Fabio Quartararo festeggia 20 anni come miglior rookie