Francesco Bagnaia: “Sfidare Valentino Rossi? Lui è unico”

Il campione del Mondo della Moto2 è stato premiato ai Gazzetta Awards come migliore promessa dell'anno

5 dicembre 2018 - 9:46

Un premio dopo l’altro per Francesco Bagnaia. Dopo esser stato incoronato dalla Federazione Internazionale, il neo iridato della Moto2 è salito sul palco degli Awards de La Gazzetta dello Sport come “migliore promessa dell’anno”.  Pecco ha fatto passerella accanto a campionissimi dello sport e celebrità della tv e dello spettacolo. Ecco l’articolo che gli ha dedicato la Rosea nell’edizione di mercoledi 5 dicembre, a firma di Paolo Ianieri inviato MotoGP.

Commenta

per primo!

Corre veloce, Francesco Bagnaia. Tanto veloce che la meravigliosa cavalcata che dopo 8 vittorie e altri 4 podi gli ha regalato il Mondiale della Moto2 è quasi finita in un angolo della mente. Sì, perché adesso che è salito sulla Ducati nei quattro giorni di test post campionato di Valencia e Jerez, si è dimostrato un debuttante con i fiocchi, andando subito fortissimo, Pecco è già totalmente concentrato sulla prossima sfida della classe regina. «Nel nostro sport la MotoGP è il massimo, e poterci correre con la Ducati, la moto che hai sempre desiderato, è il meglio che ci sia. Per me è un sogno che si avvera» ha raccontato sul palco degli Awards.

PREMIAZIONI – Sono giorni di feste e di premi, questi, per il 21enne pilota torinese. Venerdì scorso è stato festeggiato a Siena dalla Pramac, la sua nuova squadra con la quale il feeling è stato immediato. Domenica, invece, era ad Andorra al gran galà della Federazione internazionale dove è stato premiato dal nuovo presidente Jorge Viegas per il titolo. Sabato farà festa con i suoi tifosi a Torino, e in mezzo ci sono un po’ di apparizioni a X Factor e altri show televisivi. «Ho già capito che l’inverno da campione del mondo sarà bello impegnativo, ma spero di poterne vivere altri così, è comunque uno sforzo piacevole».

VINCERE- Intanto, ai Gazzetta Awards si è presentato con un chiaro obiettivo: «Io sono venuto qui per vincere. Ho vinto o no?» chiedeva impaziente prima dell’inizio della serata. Accontentato. È lui la miglior promessa dell’anno e sul palco, assieme a Melissa Satta, eccolo a premiarlo lo chef Alessandro Borghese, grande appassionato di motociclismo. Anche lui a stuzzicarlo sulla nuova sfida, nella quale si troverà a lottare con Valentino Rossi, avversario di mille sfide al Ranch e fino a un mese fa anche suo «capo» nel team Sky-VR46. «Sfidare Vale il prossimo anno? Non sono ancora pronto. L’ho trovato qualche volta in pista nei test e devo dire che in quei momenti ero più emozionato che concentrato sulla guida. Io sono cresciuto nel mito di Valentino: sono nato nel ’97, l’anno in cui lui vinceva il primo Mondiale, correre contro di lui come contro tanti altri piloti che in questi anni guardavo in tv è incredibile. Dividere la pista con loro è solo tanto bello. Ma non chiedetemi di diventare il nuovo Valentino. Si può provare ad arrivarci vicino, ma come lui non c’è nessuno».

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

CEV Moto2: Matteo Ferrari correrà con Team LaGlisse

MotoGP, Zarco-Espargarò affilano le armi: “Ci spingeremo a vicenda”

Supercross: preparate il caffè per la sfida di Arlington