Aprilia, Andrea Iannone: “Serve più velocità nei cambiamenti”

Andrea Iannone soddisfatto per il primo approccio con Aprilia, ma chiede di velocizzare le modifiche: "Sono stati colti di sorpresa"

14 dicembre 2018 - 15:06

Andrea Iannone non ha particolarmente brillato nel suo esordio in sella all’Aprilia RS-GP, ma si ritiene soddisfatto e sereno in vista della prossima stagione MotoGP. Ci sono ampi margini di miglioramento e con i suoi feedback la casa di Noale potrà migliorare il suo prototipo, con l’obiettivo di puntare costantemente alla top-10 dopo una stagione 2018 carente di risultati.

Il pilota di Vasto ha saputo evidenziare le aree su cui occorre mettere mano nella pausa invernale, a cominciare dall’elettronica, perno fondamentale per acquisire maggior grip e accelerazione in curva: “Ci sono alcune cose positive sulla moto, dobbiamo aggiustare altre cose, ma penso che sia fattibile“, ha detto l’ex Suzuki ad ‘Autosport’. “Non è una moto con grandi problemi, perché gira molto bene ed è molto agile, dobbiamo migliorare l’accelerazione e controllare meglio l’impennata, ma sono cose che non mi preoccupano“.

Tra gli elementi quasi certi su cui costruire una base ottimale c’è sicuramente il motore, “è molto forte, ma possiamo usarlo solo in quinta e sesta [marcia], perché fino alla quarta ci battiamo un po’ con l’impennata. È un aspetto importante, ma all’inizio non se ne sono resi conto e ora ci stanno lavorando“, ha aggiunto Andrea Iannone. Poi servirà un miglior lavoro dal punto di vista tecnico al fine di velocizzare gli step: “Dobbiamo essere in grado di apportare alcune modifiche in meno tempo, perché impieghiamo molto tempo per modificare alcuni aspetti su cui non sono abituati a lavorare, perché sono stati colti di sorpresa“.

The Maniac non chiede di rivoluzionare la RS-GP, ma di sfruttare il margine di miglioramento e fare leva sui punti di forza. La nota positiva è aver trovato un gruppo che gli offre massima fiducia, pronto ad ascoltarlo e a metterlo al centro dell’attenzione. “Sono molto calmo, perché c’è il desiderio di fare bene e sento di essere in un gruppo che sta cercando di offrirmi il massimo supporto possibile – ha concluso -. Questo è quello che mi aspettavo, quindi sono molto felice“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP, Maverick Vinales: “Serve una Yamaha più aggressiva”

MotoGP, Cal Crutchlow: “Non posso guidare come Marc Marquez”

Superbike: Buon giorno Imola, Alvaro Bautista oggi in pista