Dynavolt Intact GP presenta le sfide in Moto2 e MotoE

Dynavolt Intact GP su due fronti nel Campionato del Mondo quest'anno: sfida in Moto2 con Marcel Schrötter e Thomas Lüthi, esordio in MotoE con Jesko Raffin.

25 febbraio 2019 - 15:13

Swiss-Moto a Zurigo ha ospitato la presentazione del team Dynavolt Intact GP. Ai microfoni dei moderatori Edgar Mielke e Alex Hofmann è stato illustrato il programma 2019, con tre piloti in azione nel Campionato del Mondo. Marcel Schrötter e Thomas Lüthi sono i due alfieri della categoria Moto2, pronti per affrontare le tante novità tecniche, mentre si punta su Jesko Raffin per il neonato campionato MotoE. Livrea delle KALEX e della Energica Ego Corsa sostanzialmente le stesse viste finora per la squadra, a parte un leggero tocco di blu per un nuovo sponsor.

Marcel Schrötter vivrà la terza stagione nella stessa squadra, con cui ha ottenuto l’anno scorso il primo (e finora unico) podio a Misano. Il tedesco si è mostrato colpito dalle novità tecniche: “Dopo i primi giri a novembre ho sorriso. La moto è sostanzialmente simile a quella che avevo prima, solo con maggiore potenza. Devo ancora capire meglio come funziona l’elettronica, oltre a lavorare di più sui freni e sul cambio motore. Nel complesso, mi diverto di più in sella e penso che vedremo più sorpassi in gara.” Parla poi del nuovo compagno di squadra, Tom Lüthi: “Ci conosciamo da molto tempo, andiamo molto d’accordo. Per me poi è interessante vedere come lavora, possiamo completarci a vicenda. Nel corso dei test abbiamo corso insieme un paio di volte ed è stato molto utile per capire il comportamento della moto.”

Thomas Lüthi torna nella categoria intermedia dopo una stagione difficile in MotoGP. Il campione 125cc nel 2006 vanta grandi risultati in Moto2, chiudendo nel 2016 e nel 2017 come vice-campione del mondo. “Il 2018 in MotoGP non è stato facile, ma ho imparato molto. Ora riparto con questa squadra: ho incontrato persone motivate, esattamente ciò di cui ho bisogno. Sarà certamente un bel cambiamento perché tecnicamente devo dimenticare la MotoGP, ripartendo da zero. Sono rimasto sorpreso dalla potenza della moto, non vedo l’ora di correre in Qatar.” Anche lo svizzero ha parole di apprezzamento per il nuovo collega di box: “Sono contento di essere in squadra con Marcel. La sua esperienza ci aiuterà a spingerci l’un l’altro, come abbiamo già fatto nel corso dei test.”

Dynavolt Intact GP si prepara anche all’esordio nel nuovo campionato di moto elettriche, puntando sullo svizzero Jesko Raffin. “Non sapevo bene cosa aspettarmi all’inizio. Finché non lo provi tu stesso non riesci ad avere alcuna opinione, anche se sinceramente avevo molti dubbi. Dopo aver provato la moto, ho capito che devo cambiare tante cose rispetto allo stile di guida a cui sono abituato. Bisogna soprattutto imparare a frenare prima, perché la moto [260 kg, ndr] non è così agile e difficilmente si possono correggere errori. Saranno importanti i test di marzo per capire il comportamento di questa moto, delle batterie, delle gomme e di tutto il resto. Non vedo l’ora di cominciare.”

Il commento infine del Team Manager Jürgen Lingg: “Dopo tutti questi anni è bello avere ancora una squadra competitiva. È sempre stato un mio sogno, e una volta non riuscivo a immaginare che sarebbe diventato realtà. Ma grazie a Stefan Keckeisen e Wolfgang Kuhn, è stato possibile realizzare questo progetto. Ne siamo felici, continuiamo a lavorare e, naturalmente, cerchiamo di fare un passo avanti. Siamo entusiasti dei primi test e siamo felici di poter andare in Qatar ora. Per noi è molto positivo avere un altro test su quel tracciato, perché dobbiamo comunque risolvere alcune cose. A seguire ci sarà la prima gara, per allora saremo pronti!”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi: “Yamaha lenta sul rettilineo, così dal 2004”

MotoGP: Alex Rins regala il suo casco ai commissari di pista

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Tutto bene tranne il risultato”