Suzuki è fuori dal Mondiale ma investe 8 milioni nel Supercross

Suzuki aumenta gli investimenti nel motocross USA dopo l'abbandono dal mondiale di Motocross del 2017

9 febbraio 2019 - 8:06

Suzuki si è ritirata dal Mondiale nel 2017 per concentrare gli sforzi sul progetto MotoGP. Ma il fuoristrada non è dimenticato, la marca di Hamamatsu continua ad investire forte sul Supercross e l’off-road negli Stati Uniti. Il programma Racing di Suzuki America investirà circa 8 milioni di $ nel 2019 per provare ad essere competitiva e soprattutto tenere il passo di Honda e KTM.

Commenta

per primo!

INVESTIMENTO CONTINUO

Dalle serie locali alle gare più importanti, compresi i premi per i piloti sotto contratto, dimostrano l’impegno di Suzuki in America.  Con diversi fondi destinati anche a gare amatoriali marchiate con il logo di Hamamatsu. Ovviamente per i piloti il vantaggio di avere un continuo sviluppo delle proprie moto e strutture è sicuramente importante, soprattutto nel Supercross dove la concorrenza è di altissimo livello. La RM-Z 450 che in Europa aveva subito un brusco stop di sviluppo, in America continuerà a ricevere aggiornamenti grazie anche alla partnership con Yoshimura. L’obiettivo è quello di centrare il titolo 250 costa Est con Alex Martin dopo il tanto lavoro fatto nel corso dell’inverno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Suzuki corteggia Avintia. Team satellite nel 2020?

Ken Roczen: “Non è semplice, ma lo sapevo”

MXGP: presentato il team Kawasaki Factory