MXGP Russia: tante cadute e troppi infortuni

Tanti, troppi infortuni durante l'MXGP di Russia con un tracciato che ha messo a dura prova la resistenza e il fisico dei piloti

11 giugno 2019 - 7:30

Il circuito di Orlyonok con il suo terreno duro ha messo in grande difficoltà tanti piloti che purtroppo sono finiti a terra con cadute che hanno avuto conseguenze serie (qui trovate la sintesi della gara). Oltre ai 2 ufficiali KTM, Gautier Paulin e Romain Febvre finiti a terra nel corso del fine settimana, c’è chi sfortunatamente sarà costretto a guardare le gare in televisione nelle prossime settimane.

BOLLETTINO DI GUERRA

Clement Desalle, vincitore delle ultime 2 edizioni del MXGP di Russia nella seconda caduta che lo ha visto protagonista nella prima manche nel tentativo di inseguire Jeffrey Herlings si è procurato la sospetta frattura di tibia e perone e ovviamente farà ritorno in Belgio per le cure del caso. Stessa sorte per il “padrone” di casa Evgeny Bobryshev, già falcidiato da diversi problemi fisici e che purtroppo sarà costretto anche lui ad un lungo stop dopo una caduta che gli ha causa il medesimo problema alla gamba avuto da Desalle.

FORZA LUPO

Anche il nostro Alessandro Lupino è stato una “vittima” del tracciato russo con una brutta caduta durante la prima manche. Purtroppo le conseguenze sono piuttosto serie, con diverse fratture nella zona della schiena e petto. Il “Lupo” tornerà a casa in Italia per sottoporsi ad un intervento chirurgico per recuperare da questo infortunio

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MXGP Tim Gajser: “Mi diverto e voglio continuare così”

MXGP Germania: Doppio podio per il Team Wilvo Yamaha

MXGP Germania: Tim Gajser vola nel mondiale, podio per Assomotor