Dall’Olanda: “Ktm ha detto no a Herlings per gli USA”

In Austria preferirebbero salvaguardare le condizioni e il recupero fisico di Jeffrey Herlings per poi schierarlo nel corso della stagione ancora nella MXGP

21 marzo 2019 - 20:50

In attese di conferme, dall’Olanda è arrivata la notizia che diversi appassionati stavano aspettando sul futuro di Jeffrey Herlings. Il campione del mondo in carica fermo da diverse settimane per una frattura al piede destro, causata da una caduta in allenamento in Spagna, ha ricevuto la risposta della casa madre sull’ipotesi National USA.

KTM DICE DI NO

Dopo un incontro avvenuto nella giornata di mercoledì in Austria nella sede di KTM, Jeffrey Herlings avrebbe ricevuto una risposta negativa circa la sua partecipazione al National americano che scatterà nel mese di Maggio. Una decisione presa per salvaguardare il recupero del campione olandese in vista del suo ritorno nel mondiale ancora distante diverse settimane. Herlings, che aveva espresso il proprio desiderio di confrontarsi con i piloti d’oltre oceano dovrà pensare, per ora, alla sua condizione fisica e al duello con Antonio Cairoli.

MUSQUIN SI OPERA?

Ktm avrebbe preferito dire di no a Herlings anche perchè negli Stati Uniti la line-up della squadra austriaca è già competitiva, con la presenza di Cooper Webb e Marvin Musquin. Unico dubbio riguarda il pilota francese che potrebbe operarsi ad un ginocchio infortunato prima del Supercross di Parigi dello scorso Dicembre. Con eventualmente Musquin out, l’ipotesi Herlings-Usa potrebbe riprendere quota.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

EMX 250: Alberto Forato torna leader del campionato

MXGP: la Finlandia torna nel calendario nel 2020

MXGP: Antonio Cairoli spalla lussata, Germania a forte rischio