Moto3: in Australia con Cortese Campione e Vinales in pista

Penultimo round del mondiale 2012 a Phillip Island

25 ottobre 2012 - 0:20

Il titolo piloti è già stato assegnato con due gare d’anticipo, ma la prima, storica stagione del mondiale Moto3 ha ancora molto da dire a cominciare dal penultimo appuntamento stagionale in programma questo fine settimana sul mitico tracciato di Phillip Island. Nei 4.448 metri di pura adrenalina dell’impianto di Victoria Sandro Cortese si presenterà da primo Campione del Mondo della nuova “entry class” del Motomondiale, ma deciso a chiuder in bellezza questa trionfale stagione in sella alla KTM M32 ufficiale del Red Bull KTM Ajo Factory Team prima di provare, il prossimo mese di novembre ad Albacete, la KALEX del “proprio” team IntAct GP con la quale esordirà in Moto2 nel 2013. Vincitore di 4 gare (Estoril, Sachsenring, Misano e Sepang), sempre sul podio eccezion fatta per Le Mans e Motegi (6° sul traguardo), il pilota italo-tedesco a Phillip Island ha vinto lo scorso anno in 125cc da assoluto dominatore, mattatore dei primi giri su asfalto “mezzo-e-mezzo” asciutto bagnato amministrando nella fase decisiva della contesa l’enorme vantaggio costruito nelle prime fasi di gara. Sandro Cortese vuole dunque ripetersi anche perchè la KTM gli ha chiesto un “sacrificio” in più: vincere per consentire alla casa di Mattighofen di aggiudicarsi il titolo costruttori, ora al comando della classifica con 11 lunghezze di vantaggio rispetto a FTR Honda.

Sulla carta comprensibilmente (e doverosamente) è “Sandrissimo” il pre-annunciato favorito della vigilia, ma nei saliscendi di Phillip Island dovrà vedersela con il rientrante Maverick Vinales, di nuovo in sella alla FTR Honda M312 del team Blusens Avintia dopo il clamoroso divorzio a weekend in corso consumatosi settimana scorsa a Sepang. Al culmine di una coda infinita di polemiche, “Mack Attack” si è scusato pubblicamente mediante comunicato stampa (e lo farà domani in una conferenza stampa dedicata) per il suo comportamento, deciso a chiuder al meglio questa stagione e, con ogni probabilità, i sei anni di militanza in seno al team BQR, compagine con la quale corre addirittura dal 2007 tra PreGP, CEV e Motomondiale. L’ex campione europeo e spagnolo 125 GP, insieme al suo avvocato, a Phillip Island cercherà in Australia la risoluzione contrattuale con BQR (e con il suo attuale manager personale nonchè direttore sportivo e co-proprietario del team Ricard Jovè) del contratto biennale siglato soltanto il mese scorso ad Aragon: i rapporti ormai sono logori ed ai minimi storici, sfiduciato non soltanto dal direttivo della formazione iberica, ma anche dallo staff tecnico al suo seguito. Una “telenovela” che proporrà un nuovo episodio nel weekend in Australia, con Vinales che si è comunque detto deciso a dare il massimo in pista per ri-conquistare il secondo posto in campionato a scapito di Luis Salom, attuale “runner-up” della stagione con la KALEX-KTM del RW Racing GP, già con un contratto da Factory Rider KTM per il 2013 in sostituzione proprio di Cortese. Il maiorchino, in difficoltà sulla distanza di gara a Sepang, dovrà vedersela nella corsa per il podio con altri attesi protagonisti: dal compagno “di marca” Jonas Folger (KALEX-KTM del team Aspar, tre podi ed una vittoria nelle sei gare disputate con la squadra di Jorge Martinez) passando per Danny Kent (vincitore a Motegi, in evidenza a Phillip Island nel 2010 praticamente all’esordio con la Lambretta), senza scordarci di Zulfahmi Khairuddin, “eroe” in casa a Sepang, “beffato” soltanto in volata dal compagno di squadra ed amico Cortese per la vittoria.

Tanti piloti all’attacco con interessi di classifica anche per i nostri portabandiera, su tutti Romano Fenati chiamato al riscatto dopo l’opaco weekend vissuto in Malesia. “Fenny Five”, fuori dalla zona punti a Sepang, è stato così sopravanzato nel mondiale e nella graduatoria di “Rookie of the Year” da Alex Rins, ora con 2 punticini di vantaggio e la possibilità di far valere il “fattore campo” tra due settimane a Valencia. Un bel confronto per il riconoscimento di miglior esordiente del mondiale 2012, altri obiettivi per la tappa australiana del calendario da parte di Alessandro Tonucci (a Brno la “svolta” della stagione, testimoniato dall’eccezionale gara di Motegi), Niccolò Antonelli (all’esordio in quel di Phillip Island) così come per Riccardo Moretti e Armando Pontone, speranzosi di non incontrare particolari problemi in sella alle rispettive Mahindra e Ioda. Oltre agli abituali protagonisti del mondiale, a Phillip Island ci sarà spazio per due wild card: il britannico (ma da anni trasferitosi in Australia) Sam Clarke (Fastline GP Racing Honda) e Lincoln Gilding (K1 Racing), entrambi già con riferimenti acquisiti sul tracciato di Victoria nel corso della prova dell’Australian Superlites, il campionato nazionale riservato alle 250cc 4 tempi e alle immortali 125cc 2t. Moto3 World Championship 2012 La Classifica di Campionato 01- Sandro Cortese – Red Bull KTM Ajo Factory Team – KTM M32 – 280 02- Luis Salom – RW Racing GP – KALEX KTM – 207 03- Maverick Vinales – Blusens Avintia – FTR Honda M312 – 199 04- Alex Rins – Team Estrella Galicia 0,0 – Suter Honda MMX3 – 128 05- Romano Fenati – Team Italia FMI – FTR Honda M312 – 126 06- Danny Kent – Red Bull KTM Ajo Factory Team – KTM M32 – 118 07- Zulfahmi Khairuddin – AirAsia SIC Ajo – KTM M32 – 112 08- Miguel Oliveira – Team Estrella Galicia 0,0 – Suter Honda MMX3 – 94 09- Jonas Folger – MAPFRE Aspar Team Moto3 – KALEX KTM – 88 10- Efren Vazquez – JHK T-Shirt LaGlisse – FTR Honda M312 – 85 11- Alexis Masbou – Caretta Technology – Honda NSF250R – 81 12- Louis Rossi – Racing Team Germany – FTR Honda M312 – 76 13- Niccolò Antonelli – San Carlo Gresini Moto3 – FTR Honda M312 – 74 14- Arthur Sissis – Red Bull KTM Ajo Factory Team – KTM M32 – 68 15- Jakub Kornfeil – Redox Ongetta Centro Seta – FTR Honda M312 – 59 16- Alberto Moncayo – Andalucia JHK LaGlisse – FTR Honda M312 – 52 17- Hector Faubel – MAPFRE Aspar Team Moto3 – KALEX KTM – 52 18- Alessandro Tonucci – Team Italia FMI – FTR Honda M312 – 34 19- Niklas Ajo – TT Motion Events Racing – KTM M32 – 33 20- Alan Techer – Technomag CIP TSR – TSR3 Honda – 21 21- Alex Marquez – Ambrogio NEXT Racing – Suter Honda MMX3 – 20 22- Jack Miller – Caretta Technology – Honda NSF250R – 17 23- Adrian Martin – JHK T-Shirt LaGlisse – FTR Honda M312 – 12 24- Ivan Moreno – Andalucia JHK LaGlisse – FTR Honda M312 – 10 25- Jasper Iwema – MOTO FGR – MOTO FGR 3 Honda – 9 26- Brad Binder – RW Racing GP – KALEX KTM – 9 27- Luca Grunwald – Freudenberg Racing Team – Honda NSF250R – 8 28- Giulian Pedone – Ambrogio NEXT Racing – Suter Honda MMX3 – 7 29- Toni Finsterbusch – Racing Team Germany – Honda NSF250R – 7 30- Marcel Schrotter – Mahindra Racing – Mahindra MGP-3O – 4 31- Kevin Hanus – Thomas Sabo GP Team – Honda NSF250R – 3 32- Isaac Vinales – Ongetta Centro Seta – FTR Honda M312 – 2 33- Kevin Calia – Elle2 Ciatti – Honda NSF250R – 2 34- John McPhee – Caretta Technology – KRP M3-01 Honda – 1 35- Michael Ruben Rinaldi – Racing Team Gabrielli – Honda NSF250R – 1 36- Simone Grotzkyj Giorgi – Ambrogio NEXT Racing – Suter Honda MMX3 – 1 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

brad binder ktm motogp

MotoGP, Brad Binder: “Test Misano? All’inizio mi sentivo perso”

Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi ritorna sulla Ferrari GT3: “Che bello risalire sulla Bestia”

syahrin moto2

Moto2, Hafizh Syahrin: “Devo lavorare sui miei punti deboli”