Moto3: due wild card per il Gran Premio di Assen

Bryan Schouten e Julian Miralles al via del Dutch TT

25 giugno 2012 - 1:11

Saranno due, il massimo consentito dal regolamento vigente FIM, le wild card al via del Gran Premio di Assen riservato alla classe Moto3. Il primo della lista risponde al nome di Bryan Schouten, portacolori del Dutch Racing Team in sella ad una Honda NSF250R, alla seconda esperienza nel mondiale dopo l’esordio dello scorso anno proprio ad Assen con una Honda RS125R (25° in qualifica, 22° in gara). Schouten, secondo olandese in griglia accanto al titolare Jasper Iwema (MOTO FGR), vanta un curriculum di tutto rispetto su scala nazionale con ben quattro titoli (2004, 2006, 2009, 2011) nel campionato nazionale olandese ONK Dutch 125. In questa stagione Schouten, sempre con la Honda del Dutch Racing Team, affronta un doppio impegno tra Olanda e Germania: nell’ONK Dutch Moto3 è l’attuale capoclassifica con due vittorie all’attivo (Hengelo e proprio ad Assen) nelle tre gare sin qui disputate, 3° invece nell’IDM 125/Moto3, in trionfo nell’ultimo round andato in scena al Nurburgring dove, in Gara 2, è stato in grado di precedere anche le 125cc 2 tempi.

Se per Bryan Schouten sarà la seconda presenza nel mondiale, ha disputato ben 11 GP in carriera invece Julian Miralles, al ritorno nella serie iridata a distanza di 4 anni dall’ultima esperienza del 2008 in casa a Valencia. Figlio d’arte (suo padre, l’omonimo Julian Miralles, ha corso nel Motomondiale dal 1987 al 1994 nelle classi 80, 125 e 500cc), il nativo di Alberic (alle porte di Valencia) sarà tra i piloti più esperti al via di Assen non soltanto per i 22 anni di età, ma per trascorsi a tutto campo tra mondiale e CEV. Dopo aver esordito nella Formula de Promocion Bancaja (oggi “Cuna de Campeones Bankia”) nel 1999, tre anni più tardi era già al via del CEV 125, nel 2004 addirittura nel Motomondiale con 4 presenze “spot” da wild card in una stagione che lo ha visto sfiorare la conquista del titolo nazionale ed europeo 125 GP (2°). Con questi risultati nel 2005 viene promosso a tempo pieno nel mondiale 125cc con il team Aspar, ma dopo 5 round al Mugello si infortunia concludendo anzitempo la stagione. Dopo un anno sabbatico, si rilancia nel CEV grazie al sostegno del padre che dà vita al “MIR Racing”, in principio formazione “satellite” di Aspar, successivamente costruttore a tutti gli effetti sviluppando una propria Moto2 e, oggi, Moto3 e Moto4 (la nostra PreGP). A questo proposito, Miralles ad Assen correrà con la MIR Racing Moto3 abitualmente adoperata nel CEV: motore Honda NSF250R, ciclistica su base Aprilia RSA 125 ex-Aspar. Per l’occasione MIR Racing presenterà una nuova carenatura (diverso profilo aerodinamico, inedita presa d’aria frontale per l’airbox) sviluppata grazie ai riferimenti acquisiti nel CEV Moto3. Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Dietro di noi case importanti”

Jorge Lorenzo pilota Honda

MotoGP, Jorge Lorenzo scommette sulla RC213V 2020

Michelin MotoGP

MotoGP, Valencia: Michelin prepara le gomme asimmetriche