Moto3 Catalunya, Gara: Prima vittoria del 2018 per Bastianini, doppietta italiana con Bezzecchi 2°

Il ritorno della "Bestia": Enea Bastianini vince il Gran Premio di Catalunya davanti al leader iridato Marco Bezzecchi ed a Gabriel Rodrigo, cade Jorge Martin.

17 giugno 2018 - 9:56

Dopo la prima pole position stagionale, ecco arrivare la prima vittoria del 2018 per Enea Bastianini: battagliero fin dall’inizio della gara dopo una brutta partenza, l’alfiere del team Leopard Racing (che rivolge un pensiero al crossista italiano Toccaceli ed a Pérez a gara conclusa) riesce ad imporsi dopo una bella battaglia sul circuito catalano, interrompendo un digiuno che durava dal 2016. Dietro a lui il connazionale e leader iridato Marco Bezzecchi (anche da lui una dedica al piccolo spagnolo), che per soli tre millesimi soffia la seconda piazza a Gabriel Rodrigo (al primo podio mondiale). Non una buona notizia in ottica iridata per Jorge Martin, caduto, non l’unico a scivolare in un Gran Premio particolarmente incidentato.

Lo spagnolo del team Del Conca realizza la partenza migliore e si assicura la prima piazza, seguito da Suzuki e Rodrigo, mentre Bastianini è protagonista di una pessima partenza che gli fa perdere qualche posizione, che però riesce a recuperare presto. Registriamo già una prima doppia caduta, di Binder e Dalla Porta (ripartito), venuti a contatto alla curva 12, ma finisce anzitempo anche la gara del rookie Masaki, scivolato alla curva 5. Ramirez è protagonista di un lungo alla curva 4, cadendo ma riuscendo poi a ripartire, mentre Kornfeil, Loi e Yurchenko finiscono sotto la lente d’ingrandimento della Direzione Gara: tutti e tre riceveranno oltre un secondo di penalità a fine gara per shortcut alle curve 1-2.

A 13 giri dalla fine, nel pieno della battaglia per le prime posizioni, ecco un importante colpo di scena: alla curva 9 Martin commette un grave errore e finisce nella ghiaia. La leadership passa al diretto inseguitore Suzuki, tallonato da un folto gruppo che comprende anche il leader iridato Bezzecchi. A pochi giri dalla fine perdiamo altri tre protagonisti nella battaglia per il podio, con Bulega, Arenas (portato per precauzione al Centro Medico) e Canet a contatto alla curva 4 e costretti al ritiro per caduta: l’incidente verrà valutato dalla Direzione Gara. Non finisce qui, perché poco dopo, sempre nel gruppo di testa, il rookie Masia colpisce di striscio McPhee e di rimbalzo atterra Migno alla curva 1.

Sono rimasti in cinque in lotta per la vittoria, cinque agguerriti piloti pronti a non lasciare nulla di intentato fino alla bandiera a scacchi: alla fine sarà Enea Bastianini a conquistare la prima vittoria del 2018, chiudendo davanti a Marco Bezzecchi, che solo sulla linea del traguardo riesce ad avere ragione di Gabriel Rodrigo, terzo per appena 3 millesimi. Quarta piazza per John McPhee, che precede Tatsuki Suzuki ed Alonso Lopez (retrocesso di due posizioni a fine gara), mentre in settima piazza c’è Kaito Toba, a precedere Fabio Di Giannantonio, un ottimo Dennis Foggia e la wild card Raul Fernandez.

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pirro kymiring motogp

MotoGP, esordio al KymiRing. “Pista a tratti lenta, ma interessante”

Jorge Lorenzo

MotoGP: Parla il papà di Jorge Lorenzo “Ancora un anno con Honda”

Davide Brivio

MotoGP, Davide Brivio: “Valentino Rossi in Suzuki? Sono invenzioni”