Moto3 Assen, Prove 1: Jorge Martin all’ultimo 1° davanti a Bezzecchi

Lo spagnolo del team Del Conca Gresini comincia al meglio questo GP, stampando il miglior crono delle FP1 davanti a Bezzecchi e McPhee.

29 giugno 2018 - 7:56

Jorge Martin inizia il fine settimana ad Assen dettando il passo nelle FP1: grazie ad un 1:42.771 (l’unico sotto il muro di 1:43) riesce a concludere la prima sessione in testa, seguito a poco meno di quattro decimi dal leader iridato Marco Bezzecchi, con McPhee in terza posizione. Top ten anche per Enea Bastianini (quinto), Tony Arbolino (settimo) e Lorenzo Dalla Porta (ottavo).

Una giornata soleggiata accoglie i piloti della categoria minore del Motomondiale, tutti in pista fin da subito per approfittare al massimo di questa prima sessione di prove libere. Due le wild card in azione, Ryan van de Lagemaat e Ai Ogura, mentre Stefano Nepa da questo fine settimana vestirà i colori del team CIP. Nel frattempo il compagno di squadra McPhee a circa metà turno conquista la prima piazza provvisoria, precedendo il leader iridato Bezzecchi e Ramirez, una situazione stabile fino agli ultimi minuti del turno, quando si verifica l’assalto finale al miglior tempo.

Alla fine sarà Jorge Martin a chiudere davanti a tutti, realizzando all’ultimo il tempo di riferimento davanti a Marco Bezzecchi, mentre è terzo John McPhee, seguito da Aron Canet e da Enea Bastianini. Sesto posto per Jakub Kornfeil a precedere Tony Arbolino e Lorenzo Dalla Porta, mentre completano la top ten Phillip Oettl e Gabriel Rodrigo. Così gli altri italiani: Nicolò Bulega è 11°, Fabio Di Giannantonio è 14°, Andrea Migno è 19°, Dennis Foggia è 22°, Niccolò Antonelli (rientrato dopo un infortunio alla spalla accusato in Catalunya) è 25°, Stefano Nepa è 29°.

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso MotoGP

MotoGP, Dovizioso: “Phillip Island il circuito più impegnativo per noi”

Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez sogno impossibile per Ducati

Jorge Lorenzo, Luigi Dall'Igna

MotoGP Luigi Dall’Igna lapidario “Jorge Lorenzo? No, basta”