Moto2: si arriva a Misano con Toni Elias dominatore

Gli italiani, Iannone in testa, proveranno a fermarlo

2 settembre 2010 - 3:52

La Moto2, a tratti così combattuta, sembra poter dir poco per la classifica di campionato in vista della tappa di Misano Adriatico. Toni Elias, grazie alla tripletta Sachsenring-Brno-Indianapolis, si presenterà al Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini con un vantaggio abissale nei confronti di Andrea Iannone, suo primo inseguitore: 67 punti. Un margine significativo che potrebbe far dormire sonni tranquilli all’ex pilota della MotoGP, anche se la sua esperienza di anni ad altissimo livello (anche se effettivamente il primo in cui lotta per un mondiale da protagonista) gli imporrà di mantenere alta la concentrazione anche al Misano World Circuit, specie se si tratta del GP di casa per il team Gresini. Centrare un “poker” significherebbe ammazzare il campionato: per gli avversari batterlo all’ex circuito Santamonica una ragione per poter tenere aperti i giochi e sperare in una rimonta. Questo l’obiettivo di Andrea Iannone, protagonista assoluto dal Mugello in avanti, ma con soltanto due vittorie all’attivo con la sua Speed Up. E’ il momento di vincere e di dar seguito ad una bella scalata ai vertici di categoria e classifica, ormai primo ed unico inseguitore di Elias.

L’incostanza di Thomas Luthi, che resterà con Interwetten Racing in Moto2 anche nel 2011, e le disavventure di Shoya Tomizawa hanno aperto la strada anche ad un buon recupero di Julian Simon, l’unico ad impensierire Elias ad Indianapolis. Almeno… visivamente, perchè sul piano cronometrico Andrea Iannone e Simone Corsi hanno realizzato una rimonta che resterà negli annali: l’abruzzese dal 26° al 5° posto finale, il pilota del team JiR da 35° al 4° posto sfiorando il podio. Speriamo questo possa esser di “slancio” per i nostri portacolori a Misano. Aspettando novità dell’ultim’ora da Alex De Angelis, oltre a Iannone e Corsi hanno ambizioni da protagonisti Roberto Rolfo (inspiegabilmente indietro ad Indianapolis), Claudio Corti (tornato in zona punti e diverse vittorie a Misano in Superstock all’attivo) e Alex Baldolini, che sul circuito di casa vuole portare la I.C.P. in alto. A loro si congiungeranno anche due wild card: Ferruccio Lamborghini con la terza Suter Forward Racing, promessa dal “cognome pesante” del motociclismo tricolore e leader del CIV Supersport, e Mattia Pasini al rientro questa volta con il team Italtrans S.T.R. con cui ha ben figurato nei test tra Motorland Aragon e proprio Misano.

Per la Moto2 a Misano Adriatico schieramento rivisto con tre piloti assenti. Fonsi Nieto è ancora in America dopo un arresto cardiaco all’Ospedale di Indianapolis, ricoverato a seguito dell’infortunio rimediato nelle prove: al suo posto nuovamente con la Moriwaki G22 Holiday Gym il campione Superstock 1000 FIM Cup in carica Xavier Simeon, presenza fissa da Le Mans in avanti. Mancherà Alex Debon, fratturandosi nuovamente la clavicola destra, e Arne Tode, con il braccio sinistro malandato: le due squadre non sostituiranno i piloti, portando così lo schieramento di partenza sotto le 40 unità. Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Aleix Espargaro a Brno

MotoGP Brno, Aleix Espargarò: “Dimenticare il disastro di Jerez”

bradl motogp

MotoGP: Prove di holeshot per Suzuki e Honda a Brno

MotoGP, Jack Miller

MotoGP, Ducati ufficiali KO: la teoria del complotto Michelin