Moto2: Ratthapark Wilairot appende il casco al chiodo

Lo ha annunciato in una conferenza a Bangkok

1 agosto 2013 - 2:53

A sorpresa nel corso di una conferenza stampa a Bangkok Ratthapark Wilairot, attuale portacolori del team Gresini in Moto2, ha annunciato con effetto immediato il ritiro dalle competizioni a due ruote. “Feem”, dal 2007 impegnato nel Motomondiale in qualità di unico pilota thailandese, ha preso questa decisione a seguito delle difficoltà incontrate nelle ultime stagioni. Classe ’88 di Chonburi, “Feem” aveva esordito nel mondiale in qualità di wild card a Motegi nel 2006 conquistando un sorprendente 10° posto in gara nella classe 250cc. Promosso a tempo pieno nel Motomondiale a partire dalla stagione 2007 con una Honda RS250RW del Stop And Go Racing Team, nel biennio 2008-2009 aveva concluso 13° assoluto in campionato. Con il passaggio alle Moto2 nel 2010, in sella ad una Bimota HB4 sempre del team SAG con il pieno supporto di Honda Thai, aveva conquistato un posto in prima fila ad Assen (2°) sfiorando il podio in gara (3°). Sfortunato protagonista di un brutto incidente stradale nell’inverno del 2010, lo scorso anno Wilairot era passato al team Gresini: in questa stagione non ha finora raccolto punti per la classifica di campionato.

Annunciato il ritiro dalle competizioni, come rivela il “Bangkok Post“, Wilairot resterà legato a questo ambiente: a partire da Indianapolis seguirà l’esordio del proprio sostituto al Thai Honda PTT Gresini Moto2 Thitipong Warokorn, per poi dedicarsi nei prossimi mesi al ruolo di “coach” al seguito dei nuovi talenti del motociclismo thailandese. Per quanto concerne il suo sostituto al team Gresini, Thitipong Warokorn (soprannome “Ting Note”) è attualmente impegnato nel FIM Asia Road Racing Championship in sella ad una Honda CBR 600RR del team AP Honda Thailand. Campione nazionale Superbike nel 2010, lo scorso anno aveva esordito nella SuperSports 600cc dell’ARRC (12° nella graduatoria finale di campionato), mentre in questa stagione è attualmente 10° in classifica vantando un 4° posto assoluto in Gara 1 al Madras Motor Race Track (India) quale miglior risultato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

nakagami motogp

MotoGP, Takaaki Nakagami: “Serve un miglior atteggiamento mentale”

MotoGP, Joan Mir campione del mondo 2020

Joan Mir risponde al papà di Jorge Lorenzo: “Il merito non è suo”

baldassarri moto2

Moto2: Baldassarri, ritorno in Forward: “C’è molta energia e positività”