Moto2: modifica al regolamento per la sostituzione del motore

Sarà possibile effettuarla nel corso del week-end

29 giugno 2010 - 1:48

Sono emerse alcune novità interessanti a seguito di una riunione che ha avuto luogo lo scorso 25 giugno ad Assen, la quale ha coinvolto la commissione Grand Prix, composta da Carmelo Ezpeleta (presidente di Dorna), Claude Danis (FIM), Hervé Poncharal (IRTA) and Takanao Tsubouchi (MSMA), e con la partecipazione del presidente e del direttore generale FIM, Vito Ippolito e Ignacio Verneda.

E’ stato approvato infatti un emendamento con effetto immediato, relativo all’articolo che regola le eventuali sostituzioni del motore in caso di rottura o danneggiamento dello stesso, relativamente alla classe Moto2.

D’ora in avanti infatti, sarà possibile chiedere nel corso del fine settimana di gara il rimpiazzo del propulsore, il quale sarà consegnato direttamente dal direttore tecnico. Il tutto ad un paio di condizioni: non è possibile che ciò avvenga nel corso dei turni di prova o all’interno dei trenta minuti dell’apertura della pit-lane per lo schieramento in griglia.

Per quanto concerne invece le richieste di sostituzione relative a performance deficitarie del motore, le modalità restano le medesime (per approfondire quest’ultimo ambito, clicca qui).

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco: “Avevo ragione a dubitare di Avintia”

espargaro motogp

MotoGP, Aleix Espargaró: “La trazione KTM? Mi sentivo in Moto2”

MotoGP Portimao 2020

MotoGP, Valentino Rossi: “Portimao come sulle montagne russe”