Moto2 Misano Gara: domina Elias, paura per Tomizawa

Un brutto incidente caratterizza la gara a Misano

5 settembre 2010 - 9:12

Le immagini agghiaccianti dell’incidente con sfortunati protagonisti Tomizawa, De Angelis e Redding si scontrano con la gioia di Toni Elias, giunto al 4° successo consecutivo, sesto stagionale e ormai virtualmente campione 2010 della classe Moto2. Con la Moriwaki vestita… da MotoGP del Gresini Racing, il pilota spagnolo ha letteralmente dominato: preso il comando nel primo terzo di gara è andato in fuga, staccando di gran lunga Julian Simon suo primo inseguitore con Thomas Luthi tornato sul podio, 3° dopo una serie di gare problematiche.

Una vittoria “facile” se vogliamo per Toni Elias, più di quella a Indianapolis conseguita a 39° di febbre, ma come tante altre senza particolari preoccupazioni e con un grande vantaggio sul passo. Elias ha avuto inoltre un aiuto indiretto da Andrea Iannone, leader nei primi giri, ma costretto a scontare un ride through per partenza anticipata: ripartito ultimo ha rimontato fino alla 18° posizione non prima di vedersi costretto al ritiro per un problema tecnico alla sua Speed Up.

Margine importante in campionato per Toni Elias, 83 punti su Simon, 87 su Luthi, ormai vicino ad un ritorno in MotoGP. Naturalmente adesso si pensa esclusivamente alle condizioni di salute di Shoya Tomizawa, il più sfortunato nel pauroso, brutale incidente al “Curvone” ad oltre 200 orari. Dopo aver perso il posteriore della sua Suter è stato colpito da De Angelis e Redding che lo seguivano: il sammarinese non ha avuto problemi, Scott Redding ha fatto un cenno di intesa alzando il braccio, è parso immobile Tomizawa ora al centro medico di Misano prima di esser trasportato per accertamenti all’Ospedale di Cesena in elicottero.

Per gli italiani Mattia Pasini è scivolato nelle prime battute, Andrea Iannone è uscito di scena, Claudio Corti ha centrato la 9° posizione (miglior piazzamento in Moto2) davanti a Roberto Rolfo, a punti anche Raffaele De Rosa in 13° piazza. Fuori dalla top-20 l’esordiente leader del CIV Supersport Ferruccio Lamborghini, ma anche Niccolò Canepa alla sua prima gara con la Bimota HB4.

Cronaca di Gara

Dalla corsia dei box Kenny Noyes, si parte con Cluzel ad avere lo spunto migliore su Iannone, Elias, Tomizawa, Redding, Corsi, Simon e Talmacsi, brutto avvio per Pasini 10° e De Angelis 13°: incredibilmente tutti i piloti passano indenni alla prima, stretta, Variante del Parco. Al secondo giro gioie e dolori per Iannone, passa in testa alla “Quercia”, ma gli viene comminato un ride through per partenza anticipata (evidente nel replay) proprio quando in un paio di curve aveva preso un buon margine sulle Suter di Cluzel, Redding e Tomizawa. Come a Barcellona Iannone si ritrova virtualmente in testa, ma questa volta sconta subito la penalità al 2° giro ripartendo in ultimissima posizione. Davanti è lotta aperta tra Cluzel e Tomizawa, Elias passa Redding per la 3° posizione tirandosi dietro anche Corsi e Simon che completa il gruppo di testa.

Tutti molto vicini, al sesto giro serie di sorpassi con Elias che conquista la testa della corsa al “Carro”, dietro spunta Corsi che passa proprio Tomizawa provando a fermare l’avanzata del leader del mondiale. Obiettivo riuscito, anche perchè le MotoBI sono velocissime: Alex De Angelis, settimo in rimonta, è il più veloce in pista.

Ottavo giro, alla curva del “Rio” Mattia Pasini vola a terra quando era in ottava posizione concludendo in questo modo la gara del rientro. Il suo “erede” al team JiR, Alex De Angelis, è invece velocissimo, guadagna la sesta posizione su Cluzel e punta ai piloti davanti a sè in lotta per il podio, poco staccati dal leader di gara Toni Elias. Andrea Iannone? E’ attualmente 26°.

All’undicesimo giro incidente agghiacciante al “Curvone”: Shoya Tomizawa con la ruota posteriore va oltre il cordolo, perde aderenza, si intraversa e viene centrato da De Angelis e Redding subito dietro. Tutte e tre le moto distrutte, De Angelis cammina mentre Tomizawa e Redding vengono soccorsi in barella pur muovendo il braccio.

Il gruppo di testa da 6 passa a 3 piloti con Elias in fuga, Simon passato secondo davanti a Corsi con più staccato Jules Cluzel mentre Iannone si è portato a ridosso della zona punti. Vola a terra sul finale Yuki Takahashi, si ritira a 4 giri dalla bandiera a scacchi Andrea Iannone (problema tecnico,s tava avvicinando la zona punti in rimnta), vince senza problemi Toni Elias che precede Julian Simon e Thomas Luthi, che proprio sul finale ha ripreso e passato Simone Corsi.

Moto2 World Championship 2010
Misano Adriatico, Classifica Gara

01- Toni Elias – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – 26 giri in 43’33.996
02- Julian Simon – Mapfre Aspar Team – Suter MMX – + 1.969
03- Thomas Luthi – Interwetten Moriwaki Moto2 – Moriwaki MD600 – + 11.917
04- Simone Corsi – JiR Moto2 – MotoBI – + 15.409
05- Stefan Bradl – Viessmann Kiefer Racing – Suter MMX – + 16.219
06- Jules Cluzel – Forward Racing – Suter MMX – + 16.676
07- Gabor Talmacsi – Fimmco Speed Up – Speed Up S-10 – + 16.852
08- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMX – + 18.330
09- Claudio Corti – Forward Racing – Suter MMX – + 20.650
10- Roberto Rolfo – Italtrans S.T.R. – Suter MMX – + 29.678
11- Yonny Hernandez – Blusens STX – BQR Moto2 – + 32.720
12- Ratthapark Wilairot – Thai Honda PTT Singha SAG – Bimota HB4 – + 35.098
13- Raffaele De Rosa – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 35.428
14- Michael Ranseder – Vector Kiefer Racing – Suter MMX – + 35.933
15- Lukas Pesek – Matteoni CP Racing – Moriwaki MD600 – + 37.012
16- Hector Faubel – Marc VDS Racing Team – Suter MMX – + 40.950
17- Anthony West – MZ Racing Team – MZ RE Honda – + 41.752
18- Axel Pons – Tenerife 40 Pons – Pons Kalex – + 41.878
19- Xavier Simeon – Holiday Gym G22 – Moriwaki MD600 – + 47.566
20- Ricard Cardus – Maquinza SAG Team – Bimota HB4 – + 57.026
21- Joan Olive – Jack & Jones by Antonio Banderas – FTR Moto M210 – + 57.119
22- Valentin Debise – WTR San Marino Team – ADV AT02 – + 1’00.833
23- Ferruccio Lamborghini – Forward Racing – Suter MMX – + 1’02.316
24- Kenny Noyes – Jack & Jones by Antonio Banderas – PromoHarris Moto2 – + 1’05.795
25- Tatsuya Yamaguchi – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 1’09.977
26- Yannick Guerra – Holiday Gym G22 – Moriwaki MD600 – + 1’16.520
27- Mashel Al Naimi – Blusens STX – BQR Moto2 – + 1’16.563
28- Niccolò Canepa – M Racing – Bimota HB4 – + 1’17.479
29- Robertino Pietri – Italtrans S.T.R. – Suter MMX – + 1’41.039

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pecco Bagnaia, fan club

MotoGP: Misano non sarà solo giallo, decolla il Pecco Fan Club

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: l’ultimo mese in marcia trionfale

mattia casadei moto2

Moto2: Mattia Casadei, esordio con Italtrans nel GP a Misano-2