Moto2: Marco Bezzecchi “Era il momento giusto per il cambio di categoria”

Marco Bezzecchi si sta preparando al meglio per affrontare la sua prima stagione in Moto2 dopo gli ottimi risultati ottenuti nel 2018 in Moto3.

4 gennaio 2019 - 16:30

Il 2019 sarà un anno ricco di cambiamenti per parecchi piloti. Uno di questi è sicuramente Marco Bezzecchi, che dopo una stagione da protagonista in Moto3 si appresta ad esordire nella categoria intermedia del Motomondiale con Red Bull KTM Tech 3. Un salto che come sempre non sarà così facile, ma il pilota di Viserba vede nell’introduzione del motore Triumph e della centralina Magneti Marelli un importante cambiamento che può giocare a favore degli esordienti.

Quante novità da una stagione all’altra per il giovane pilota italiano! “Impressionante pensare a dove mi trovassi un anno fa. Allora nessuno avrebbe scommesso un euro su di me! Posso dire di aver svolto un buon lavoro e sono felice per le emozioni che sono riuscito a trasmettere a tutte le persone che mi sono state vicine, specialmente a mio padre” ha commentato ‘Bez’ in un’intervista rilasciata a Motosprint, riassumendo così una stagione in cui ha chiuso con uno splendido terzo posto iridato dopo essere stato il principale rivale di Jorge Martín.

Si parla di un ragazzo che ha convertito la sua passione per le due ruote in una carriera, ma è lo stesso pilota a tenere i piedi per terra: “Da un momento all’altro ci si può allontanare da tutta questa attenzione dovuta a quanto ho fatto quest’anno. Adesso mi intervistano, c’è stata la festa con il sindaco, ma se poi due gare vanno male ecco che tornano le critiche. Posso dire di essere un pilota di professione, ma adesso tutto riparte da zero e dovrò confermarmi. L’obiettivo è riuscire a dire tra un anno che sono un pilota.”

Un anno come detto di apprendistato visto il cambio di categoria, con tante cose da imparare, come mostrato dalla 25° piazza dei test a Jerez. Un risultato che in un certo senso ha sorpreso Bezzecchi, che però sdrammatizza: “Dopo una stagione in cui mi sono trovato sempre davanti, è stato strano vedere il mio nome in fondo alla classifica.” “Il motore Triumph è incredibile, soprattutto per la risposta quando acceleri” ha continuato, entrando nello specifico. “Le gomme per un giro veloce sono diverse da quelle della Moto3, soprattutto come durata, quindi hai più tempo per cercare un buon crono. La moto poi è più grande e sensibile ai movimenti del corpo.”

Si tratta di vivere quindi un inverno ancora più impegnativo, alla ricerca di “un paio di gradi di inclinazione” e lavorando come sempre con la VR46 Academy. I prossimi test ufficiali saranno a febbraio, ma Bezzecchi sarà in pista anche prima: “Correremo a Jerez poco prima dei test IRTA. In seguito potrò farmi un’idea di cosa ci aspetta nel 2019.” Il pilota italiano si mostra convinto della scelta: “Penso che sia stato il momento giusto per il salto di categoria, anche se avevo un’occasione per rimanere per un altro anno in Moto3.”

“I motori Triumph e la nuova elettronica faranno sì che tutti ripartano quasi da zero in Moto2” ha aggiunto, precisando che così “lo svantaggio per un debuttante sarà sicuramente minore.” Chi vede infine come favoriti per il titolo nella categoria intermedia? Il riminese non ha dubbi: “Luca Marini, Alex Marquez e Thomas Lüthi. Sono i piloti che mi hanno colpito di più.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi GP Valencia 2019

Valencia, quote bookmakers: Marquez a 1.85, Valentino Rossi a 34

Marc Marquez, Fabio Quartararo e Jack Miller a Valencia

MotoGP Valencia: nuovi orari TV SKY, TV8 e streaming

Jorge Lorenzo con Ruben Xaus e Max Biaggi

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Crutchlow, Zarco e Alex: una scelta difficile”