Moto2: le sensazioni dei piloti per la gara del Mugello

Elias punta al tris, Tomizawa al riscatto, Corsi alla conferma

4 giugno 2010 - 3:01

Con 41 piloti al via la Moto2 al Mugello promette di regalare una gara emozionante, un pò seguendo il trend inaugurato con la “prima” assoluta e stagionale di Losail. Sicuramente tra i favoriti c’è Toni Elias, leader del mondiale con due vittorie consecutive all’attivo, pilota da battere anche sui saliscendi del circuito toscano.

Per me il Mugello resta la pista più bella del mondiale e sono curioso di vedere cosa possiamo fare in questa nuova categoria. Mi piacerebbe ottenere un altro buon risultato per pensando al nostro obiettivo finale. Le due vittorie consecutive ci hanno dato una grande carità e nei test di Misano abbiamo migliorato il feeling con la Moriwaki, per cui sono davvero fiducioso“.

Si presenta al secondo posto di campionato Shoya Tomizawa, che ha pagato un week-end di Le Mans davvero sfortunato: prove difficili, uscita di pista nelle prime fasi di gara per evitare De Rosa caduto davanti a sè fino a entrare in collisione con Pasini.

Non voglio avere più week-end come Le Mans dove è andato tutto storto, dalle qualifiche alla gara. Io farò del mio meglio in pista e farà lo stesso la squadra per mettere a punto la moto. Sarà un Gran Premio importante“.

Sensazioni completamente contrastanti per Simone Corsi, che si presenterà al Mugello terzo in classifica grazie al podio di Le Mans con la MotoBi del team JiR.

Mugello è sempre stata una gara entusiasmante, vuoi perchè è uno dei circuiti più belli del calendario, vuoi perchè è il mio GP di casa. Qui tutti i piloti italiani possono dare sempre qualcosa in più, io sono felice e rilassato perchè con il podio di Le Mans siamo riusciti a confermare i progressi compiuti sin dalla prima gara. Sono fiducioso, l’obiettivo è di raccogliere più punti possibili per il campionato e migliorare le nostre prestazioni in qualifica“.

E’ salito sul podio a Le Mans anche Julian Simon, molto felice del passaggio dai telai RSV Motor a Suter con la chiara intenzione di riconfermarsi su questi livelli.

Il podio di Le Mans ci ha dato grande fiducia e spero di essere di nuovo davanti al Mugello: dobbiamo lavorare duramente nelle prove e mettere a posto la moto nel più breve tempo possibile mantenendo alta la concentrazione. Conosciamo la moto meglio rispetto alla Francia, dobbiamo esser convinti di poter continuare così“.

Ancora a secco in classifica Alex De Angelis, che vuole lasciarsi alle spalle questo lungo periodo sfortunato potendo contare su di una Scot Force GP210 rinnovata.

E’ sempre bello correre al Mugello, corro in casa, ci sono tanti tifosi, in più abbiamo delle novità da provare, altre arriveranno a Silverstone. La squadra ha lavorato molto e spero di poter riscontrare evidenti miglioramenti alla moto per concludere la prima gara della stagione più in alto possibile“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, incidente Ducati-KTM: Jorge Lorenzo difende Pol Espargarò

MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, disastro Honda senza Marc Marquez. Puig: “Non siamo contenti”

portimao motogp 2020

MotoGP UFFICIALE A Portimão l’ultimo GP della stagione 2020