Moto2 Jerez Prove Libere 1: Alex Debon stacca tutti

Quattro decimi su Talmacsi, Corti ottavo miglior italiano

1 maggio 2010 - 2:53

Con 42 piloti frutto dei 40 regolarmente iscritti al campionato e le due wild card consentite dal regolamento, la Moto2 si ritrova a Jerez con la prima sessione di prove libere che ha portato in testa un grande protagonista: Alex Debon. Il pilota spagnolo, poleman lo scorso anno in 250cc, ha fermato i cronometri sull’1’44″419, lontano sì dai tempi dei test invernali, ma decisamente un riferimento da seguire per tutti, alla luce del mezzo secondo di distacco rifilato agli inseguitori. Con la rinnovata FTR Moto M210 schierata dal team Aeroport de Castello Motor Sport 69, l’ex tester Aprilia per la 250cc ha preceduto un altro pilota esperto quale Gabor Talmacsi, in grado di spiccare il secondo crono con il team Speed Up. Teoricamente una doppietta per la FTR Moto, ma la squadra di Luca Boscoscuro sviluppa in proprio la M210 tanto da chiamarla “Speed Up S-10”: le differenze, visive e non, sono notevoli rispetto all’esemplare condotto da Debon.

I minuti conclusivi della sessione del venerdì hanno proiettato in testa abituali sorprese della categoria, facendo slittare attesi “big” a metà classifica. Il risultato è di trovare due piloti provenienti dal CEV (classi Extreme e Supersport) quali Kenny Noyes, Harris del team “marchiato” Antonio Banderas, e Yonny Hernandez (Blusens BQR) rispettivamente in terza e sesta posizione, confermando quanto di buono mostrato nei test invernali. Il pilota colombiano si è inoltre fatto notare per delle staccate-intraversate al limite: la Moto2 non ha raggiunto il massimo dello sviluppo, ma che spettacolo…

A scorrere la classifica buon quarto tempo per Yuki Tahakashi (Tech 3) davanti a Sergio Gadea velocissimo con la Kalex del team di Sito Pons, che porta Julian Simon 7° a preceder Claudio Corti, ottavo e migliore degli italiani con tutt’altro passo rispetto a Losail (il più veloce a Jerez nei Test IRTA, va ricordato). Sono indietro gli altri nostri rappresentanti, con Roberto Rolfo 11° fermato da un problema di natura elettronica al primo giro con la propria Suter MMX, il sammarinese Alex De Angelis 15° non al meglio della condizione fisica per il botto di Losail, 20° è Alex Baldolini mentre 25° Raffaele De Rosa, 26° Simone Corsi, 27° Andrea Iannone, in fondo Niccolò Canepa (31°) e Mattia Pasini (33°).

Da evidenziare come i protagonisti di Losail, poleman Toni Elias e vincitore di gara Shoya Tomizawa, si ritrovino a braccetto in 13° e 14° con 1 secondo netto da recuperare su Debon: una categoria davvero in continua evoluzione, chissà nelle qualifiche ufficiali ed in gara sul tortuoso circuito di Jerez.

Moto2 World Championship 2010
Jerez, Classifica Prove Libere 1

01- Alex Debon – Aeroport de Castello Ajo – FTR Moto M210 – 1’44.419
02- Gabor Talmacsi – Fimmco Speed Up – Speed Up S-10 – + 0.461
03- Kenny Noyes – Jack & Jones by Antonio Banderas – Harris Promoracing – + 0.501
04- Yuki Takahashi – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 0.558
05- Sergio Gadea – Tenerife 40 Pons – Kalex Moto2 – + 0.743
06- Yonny Hernandez – Blusens STX – BQR Moto2 – + 0.780
07- Julian Simon – Mapfre Aspar Team – RSV Motor DR600 – + 0.810
08- Claudio Corti – Forward Racing – Suter MMX – + 0.932
09- Thomas Luthi – Interwetten Moriwaki Moto2 – Moriwaki MD600 – + 0.933
10- Jules Cluzel – Forward Racing – Suter MMX – + 0.965
11- Roberto Rolfo – Italtrans S.T.R. – Suter MMX – + .999
12- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – RSV Motor DR600 – + 1.074
13- Toni Elias – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 1.098
14- Shoya Tomizawa – Technomag CIP – Suter MMX – + 1.141
15- Alex De Angelis – RSM Team Scot – Scot Force GP210 – + 1.257
16- Anthony West – MZ Racing Team – MZ RE Honda – + 1.404
17- Stefan Bradl – Viessmann Kiefer Racing – Suter MMX – + 1.495
18- Ratthapark Wilairot – Thai Honda PTT Singha SAG – Bimota HB4 – + 1.505
19- Axel Pons – Tenerife 40 Pons – Kalex Moto2 – + 1.512
20- Alex Baldolini – Caretta Technology Race Dept. – I.C.P. Caretta – + 1.532
21- Fonsi Nieto – Holiday Gym G22 – Moriwaki MD600 – + 1.699
22- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – Suter MMX – + 1.715
23- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMX – + 1.818
24- Mike Di Meglio – Mapfre Aspar Team – RSV Motor DR600 – + 1.934
25- Raffaele De Rosa – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 2.044
26- Simone Corsi – JiR Moto2 – MotoBi – + 2.129
27- Andrea Iannone – Fimmco Speed Up – Speed Up S-10 – + 2.139
28- Joan Olive – Jack & Jones by Antonio Banderas – Harris Moto2 – + 2.251
29- Robertino Pietri – Italtrans S.T.R. – Suter MMX – + 2.362
30- Hector Faubel – Marc VDS Racing Team – Suter MMX – + 2.444
31- Niccolò Canepa – RSM Team Scot – Scot Force GP210 – + 2.515
32- Lukas Pesek – Matteoni CP Racing – Moriwaki MD600 – + 2.521
33- Mattia Pasini – JiR Moto2 – MotoBi – + 2.592
34- Arne Tode – Racing Team Germany – Suter MMX – + 2.597
35- Bernat Martinez – Maquinza SAG Team – Bimota HB4 – + 2.759
36- Vladimir Ivanov – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 2.877
37- Amadeo Llados – Llados Racing Team – AJR Moto2 – + 3.136
38- Valentin Debise – WTR San Marino Team – ADV AT02 – + 3.328
39- Mashel Al Naimi – Blusens STX – BQR Moto2 – + 3.776
40- Yannick Guerra – Holiday Gym G22 – Moriwaki MD600 – + 3.899
41- Vladimir Leonov – Vector Kiefer Racing – Suter MMX – + 3.964
42- Ivan Moreno – Andalucia Cajasol – Moriwaki MD600 – + 4.581

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, incidente Ducati-KTM: Jorge Lorenzo difende Pol Espargarò

MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, disastro Honda senza Marc Marquez. Puig: “Non siamo contenti”

portimao motogp 2020

MotoGP UFFICIALE A Portimão l’ultimo GP della stagione 2020