Moto2: Bimota sviluppa l’aerodinamica al Mugello

Test per colmare il gap con la concorrenza

26 aprile 2010 - 3:11

Un bel progetto, ma con la necessità di sviluppare diversi settori per competere al vertice della Moto2. La Bimota HB4 a Losail, schierata in due esemplari dal team SAG di Eduardo Perales, si è fatta notare per la cura maniacale e per un telaio raffinato, ma in vista delle prossime prove del mondiale il Reparto Corse di Rimini ha previsto alcuni interessanti sviluppi.

In particolare i tecnici si sono concentrati nel realizzare una nuova veste aerodinamica, al fine di colmare il gap velocistico (evidente) con la concorrenza. A Losail tanto Ratthapark Wilairot (nella foto) quanto Bernat Martinez sono rimasti in fondo nella classifica della “top speed”, pagando 10-15 km/h di velocità massima.

Immediate le contromisure di Bimota, che ha svolto un test al Mugello nei scorsi giorni con Danilo Marrancone, collaudatore ufficiale, in sella alla rinnovata HB4.

Il Mugello è l’ideale per trovare riscontri positivi sulle doti velocistiche della Moto2 italiana, che potrebbe presentarsi già a Jerez con un cupolino più affusolato ed una nuova presa d’aria per l’airbox.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha