Tom Sykes: Una gomma non efficiente rovina i piani BMW

Tom Sykes chiude nelle retrovie il round di Aragon dopo due gare in top five. Ad Assen la BMW avrà le parti in concessione, a Imola il motore nuovo

9 aprile 2019 - 8:07

La gomma posteriore difettosa ha rovinato il week end spagnolo di Tom Sykes e di una BMW che prima del 12° posto in gara 2 (qui la cronaca) aveva spaventato gli avversari. Sul giro secco la S1000RR è già da prima fila (terzo tempo in Superpole) ma anche in gara 1 e nella sprint il pilota britannico è stato assai incisivo, portando a casa due quinti posti. Significa che Tom Sykes e la quattro cilindri tedesca hanno dato paga a gente come Haslam, Laverty, van der Mark, cioè alle Kawasaki, Ducati e Yamaha di seconda linea. Tutto questo perdendo ad ogni giro 5-6 decimi dalle stesse moto, causa il motore ancora in configurazione stock. In Olanda la BMW potrà usare le parti in concessione, dal round di Imola in poi (11-12 maggio) avrà un propulsore più evoluto.

“Stiamo facendo grandi progressi”

Siamo stati fra i primi cinque per l’intero week end ma purtroppo in gara 2 non avevo  trazione” racconta Tom Sykes. “Avevamo montato lo stesso pneumatico delle due gare precedenti,  mi sono reso subito conto che la gomma che fosse al suo massimo potenziale. L’unica cosa che potessi fare era provare ad arrivare in fondo, racimolando qualche punto. Nonostante questo, credo che sia stato un week end molto positivo per la BMW. Abbiamo fatto ancora passi avanti, siamo scesi in pista la prima volta a dicembre e siamo già abbastanza vicini alle posizioni da podio. Sono carico come una molla, è un progetto che mi sta esaltando. Dateci ancora un pò di tempo e vedrete…”

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Misano: Alvaro Bautista “La caduta è già dimenticata”

Superbike Misano: Lorenzo Zanetti sulla Ducati Go Eleven

Superbike Misano: “Michele Pirro? Sarà un problema per tutti”