Supersport Thai, Superpole: Seconda pole per Lucas Mahias

Lucas Mahias domina la Superpole e ottiene il primo tempo davanti a Jules Cluzel e Federico Caricasulo. La Supersport ha un nuovo Cannibale?

24 marzo 2018 - 8:26

Continua il periodo d’oro di Lucas Mahias. Il pilota francese ha conquistato la seconda pole position in due round nel Mondiale Supersport 2018 con una prestazione superlativa e quanto fatto vedere nella Superpole lo riconferma come il favorito n. 1 per la vittoria della gara.

Mahias si è preso la testa della classifica già nelle primissime fasi della Superpole 2, quando ha fatto stampare un tempo di 1’37.264. Successivamente l’alfiere del team GRT Yamaha ha abbassato i suoi riferimenti fino a girare in 1’36.878 e, nelle fasi finali, ha girato in 1’36.738 limando ulteriori 140 millesimi. Gli altri piloti si sono avvicinati a Mahias negli ultimi minuti, ma non sono mai riusciti a insidiare davvero la prima posizione. Andrà così anche in gara?

Dietro a Mahias, Jules Cluzel ha conquistato la prima fila all’ultimo tentativo utile girando in 1’36.967 e si è così infilato tra i due piloti del team GRT Yamaha. Dietro a “Julo”, infatti, ha chiuso in terza posizione Federico Caricasulo, anche lui risalito nel finale. 4° e 5° tempo per Sandro Cortese e Randy Krummenacher, che chiudono una top 5 interamente marcata Yamaha davanti ad Anthony West.

Le wild card Ratthapong Wilairot (passato per la Superpole 1) e Thitipong Warokorn hanno ottenuto il settimo e l’ottavo tempo e in gara scatteranno da una terza fila tutta asiatica insieme al giapponese Hikari Okubo. Chiudono la classifica della Superpole 2 il pilota Triumph Luke Stapleford, Kyle Smith (passato per la SP1 come Wilairot) e Raffaele de Rosa.

Ha invece terminato 13° e primo escluso dalla Superpole 2 l’altra wild card thailandese Decha Kraisart, secondo lo scorso anno alle spalle di Federico Caricasulo. Ancora indietro due protagonisti attesi come Ayrton Badovini (16°) e Niki Tuuli (18°).

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

BSB Test Portimao: O’Halloran precede Redding e Forés

Ducati non si ferma: Bautista e Davies doppio test ad Aragon

Bedon (Snipers Team): “Fenati è completamente cambiato”