Superbike: Tom Sykes ha chiesto un turno aggiuntivo il venerdi

Il britannico della BMW ha chiesto al promoter di ripristinare la terza sessione al venerdi. Ma non l'hanno ascoltato

1 febbraio 2019 - 18:27

Tom Sykes ha chiamato il promoter Dorna per chiedere se fosse possibile ripristinare la terza sessione di prove del venerdi, cancellata dalla rivoluzione del format con tre gare che scatterà il 22-24 febbraio a Phillip Island. “Avremo molto meno tempo per la  messa a punto, la BMW debutta con una moto completamente nuova e più tempo ci avrebbe fatto comodo, purtroppo mi hanno risposto picche” ha rivelato il pilota britannico. Ricordiamo che il venerdi si disputeranno due sessioni da 50 minuti, contro le tre da 45 che erano in programma la passata stagione. Il sabato ci saranno 20 minuti di prove libere, poi la Superpole in sessione secca da 25 minuti. Non è molto per prepararsi a gara 1. Qui i tempi dei test di Portimao

“VINCERE IL PRIMO ANNO? POSSIBILE”

“Le studiano tutte per avere un campionato più combattuto e con tante marche in grado di vincere, ma dimenticano che il modo migliore sarebbe permettere a chi arriva con un nuovo progetto di prepararsi adeguatamente. Anche la Ducati avrà una moto inedita, tre sessioni il venerdi avrebbero fatto comodo anche a loro” continua Tom Sykes. “La nostra S1000RR non è un lifting, è una moto completamente diversa dalla precedente versione. La BMW ha fatto un lavoro grandioso, sono molto contento del potenziale, ma siamo scesi in pista la prima volta solo a dicembre, meno di due mesi prima del debutto. Vincere al debutto, cioè nella prima stagione, è molto, molto difficile. Ma io sono molto fiducioso. Alla BMW potrebbe anche succedere…”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: Kawasaki 2020 con la MotoGP replica come Ducati? “Può farlo”

Superbike: Perchè Ducati e Alvaro Bautista fanno test ogni volta da soli

Superbike: “Jonathan Rea, gli stiamo chiedendo l’impossibile”