Superbike Thai: Alvaro Bautista si prende anche il warm up

Lo spagnolo è stato il più veloce anche nel warm up. Sul dritto la Ducati è andata 12 km/h più forte della Kawasaki di Jonathan Rea

17 marzo 2019 - 5:12

Alvaro Buatista è stato il più veloce anche nei quindici minuti di warm up, piccolo antipasto della sprint race (10 giri) che scatterà alle 07.00 italiane (le 13 locali). Buriram resta terra di conquista della Ducati V4R che lo spagnolo ha portato fino a 1’32″755, appena 31 millesimi sopra il primato di gara 1. Il rivale Jonathan Rea non è stato da meno, 132″897, ma nonostante il sostanziale progresso rispetto alla passata stagione la Kawasaki non riesce ad invertire l’inerzia: Bautista finora ha dominato tutte le sessioni in Thailandia! Si è svegliato bene anche Michael van der Mark, pupillo Yamaha piombato a soli 168 millesimi da Bautista.

Chaz Davies esce dal guscio

La Ducati sta lentamente portando al vertice anche Chaz Davies, che partirà con il dente avvelenato dopo la scivolata di sabato (15° posto finale). Il gallese è stato autore di una buona sequenza di giri veloci culminata con 1’33″025 finale. Precede Alex Lowes e Marco Melandri, che dopo gara 1 si è dichiarato poco ottimista sulla possibilità di risolvere i problemi di stabilità che lo stanno rallentando da venerdi.

Eugene Laverty non gira, ecco perchè

E’ rimasta ferma ai box la Ducati V4R di Eugene Laverty finito fuori pista in gara 1 per un guasto ai freni. “Abbiamo perso molto tempo per indagare l’origine del guasto” ha spiegato il team manager Denis Sacchetti. “Così non eravamo pronti per il warm up ma riusciremo a partire nella gara sprint per controllare che tutto sia a posto. Stiamo lavorando per permettere a Laverty di tornare prototagonista in gara 2.”

Un occhio alle top speed 

Nel warm up Bautista è stato di nuovo il più veloce sul dritto a 310,3 km/h. Dietro di lui la V4R gemella di Chaz Davies, 304,2 mentre Rinaldi ha toccato i 300,3. La Kawasaki di Rea ha fatto 298,3 decisamente una bella differenza, se hai in testa di voler battere Bautista…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Supersport 300: Presentato il Kawasaki GP Project

Superbike: Thitipong Warokorn, 6 vertebre rotte ma è già in piedi

Superbike: Ducati top secret, niente info sui test di Aragon