Superbike: Sliding doors, il 40% dei piloti 2018 è rimasto fuori

Fra gli appiedati l'unico che si è sistemato al top è Xavi Fores, neoacquisto della Honda UK per il British Superbike. Gli altri piangono...

22 dicembre 2018 - 9:46

“Vedi Napoli e poi muori” scriveva Wolfgang Goethe estasiato dalla bellezza della città. “Corri in Superbike e resta a piedi” è il meno entusiastico ricordo che parecchi piloti conserveranno di questa strana stagione 2018 delle derivate dalla serie. La lista di cui è rimasto fuori dal gioco è un bollettino di guerra. Vediamo a chi è toccato e dove hanno (o stanno cercando) riparo per salvare il 2019.

LORENZO SAVADORI (nella foto d’apertura) è stato autore di una buona stagione con Aprilia Milwaukee ma il team passato a BMW ha dovuto tagliarlo per fare posto a Markus Reiterberger, campione europeo Superstock ma soprattutto “protetto” dalla marca bavarese. A soli 25 anni, il cesenate era pronto per ambire al ruolo di punta dello schieramento italiano. Ma la Superbike che si è mobilitata per salvare Marco Melandri (36 anni) gli ha voltato le spalle. Savadori correrà in MotoE con il team Angel Nieto, ma spera ancora di avere ben altre possibilità.

XAVI FORES voleva la Ducati ufficiale, ma alla fine è stato scaricato anche dal team Barni, nonostante la brillantissima stagione: cinque volte sul podio, settimo assoluto, migliore dei privati. La squadra bergamasca ha preso Michael Rinaldi, fortemente spinto da Aruba.it Racing. Lo spagnolo, però, non si può lamentare: ha trovato posto alla Honda UK per correre nel British Superbike. Sarà il pilota di riferimento della squadra in un campionato in vorticosa ascesa.

GLI ALTRI – Anche statunitensi Patrick Jacobsen e Jake Gagne hanno perso il posto e tornano da dove erano partiti, cioè dal MotoAmerica: il primo si è dovuto accontatare della Supersport, Gagne è al momento ancora fuori dai giochi, costretto a sperare nella remota possibilità che Honda torni ad affacciarsi ad un campionato nazionale che, nonostante gli investimenti e la direzione di Wayne Rainey, non riesce a riprendere slancio. Ancora senza in futuro Roman Ramos, escluso da Go Eleven per far posto ad Eugene Laverty. Mancano notizie anche su Yonny Hernandez dopo il burrascoso divorzio dal team Pedercini. Jakub Smrz, dopo aver gareggiato in alcuni round con Guandalini Yamaha, si è ritirato per diventare team manager.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MX2 Alfredo Bevilacqua: “vogliamo essere tra i protagonisti”

Valentino Rossi: “Ezpeleta spinge per un team in MotoGP”

Esclusiva, Enea Bastianini: “Fra qualche gara saremo competitivi”