Superbike Misano: Leon Camier e Honda, un altro week end da dimenticare

Due modesti piazzamenti per la CBR-RR che invece di migliorare, regredisce. Per il 2019 tanti cambiamenti in vista

9 luglio 2018 - 5:19

Honda schiera nel Mondiale Superbike uno dei migliori piloti in circolazione, cioè Leon Camier, ma la CBR-RR Fireblade invece di migliorare, fa passi indietro. I risultati di Misano sono stati ampiamente sotto le aspettative di squadra e pilota, un nono e un decimo posto che lasciano l’ex campione del British Superbike sconsolatamente fuori dalla top ten del campionato: undecesimo con appena 88 punti all’attivo. Doveva essere la stagione del riscatto, invece questo 2018 si sta dipanando poco meglio della disastrosa stagione scorsa. Tanti cambiamenti sono in vista per il 2019, a partire dalla gestione del team che non vedrà più coinvolta la storica struttura olandese Ten Kate. Nell’immediato Leon soffre le pene dell’inferno.

Le due gare sono state molto simile, nella seconda parte sono riuscito a fare tempi discreti ma all’inizio, con le gomme nuove, ho perso tanto tempo” ammette Leon Camier. “Nel complesso questo fine settimana il nostro pacchetto non era così competitivo come speravamo.”

Prestazione da dimenticare per Jake Gagne, finito due volte quattordicesimo in gare che hanno visto al via appena ventuno piloti. L’americano sente odore di taglio, Honda sta cercando un sostituto, e l’involuzione rispetto alle incoraggianti uscite precedenti è evidente.
Foto: Marco Lanfranchi

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Supersport Phillip Island Prove 1: Randy Krummenacher non molla

Superbike Phillip Island Prove 1: Jonathan Rea ora fa sul serio

ASBK Phillip Island: Troy Bayliss cade nelle FP2, ma è OK