Superbike Imola: Tommy Bridewell al posto di Eugene Laverty

Preoccupa la frattura scomposta del polso destro: la pronognosi è di 5-6 settimane. Adesso è caccia al sostituto: Tommy Bridewell?

10 maggio 2019 - 14:50

E’ durato appena tre giri e mezzo il round imolese di Eugene Laverty. Cadendo in uscita dalle Acque Minerali durante la FP1 (qui cronaca e classifica) il 32enne irlandese si è fratturato entrambi i polsi. Particolarmente seria la lesione al destro, che è esposta. Laverty partirà nel pomeriggio alla volta di Barcellona, per farsi operare dal dottor Mir. Si parla di una prognosi di 5-6 settimane, per cui anche il prossimo round a Jerez (7-9 giugno) è a forte rischio.

MICHELE PIRRO, VETO DUCATI

Il team Go Eleven ha cercato per l’intera mattinata una riserva. Per regolamento, il titolare può essere sostituito fino a prima dell’inizio di FP3, cioè entro le 09:00 di sabato mattina. La Ducati ha posto il veto sull’utilizzo di Michele Pirro, che conosce benissimo la V4R ma è anche tester MotoGP: impossibile rischiarlo, per altro in sella ad una moto che ha sospensioni Bitubo e altri particolari che il leader del CIV non conosce. Scartate sul nascere anche le opzioni Scott Redding e Josh Brookes, titolari della PBM Ducati nel British Superbike. Stesso motivo: la Ducati non avrebbe avuto piacere.

TOMMY BRIDEWELL CANDIDATO

A questo punto Denis Sacchetti, ds di Go Eleven, ha virato sul britannico Tommy Bridewell, che con la Ducati V4R del team Moto Rapido è reduce dal doppio secondo posto di Oulton Park, sempre nel British Superbike. Conosce la moto, e anche Imola, avendoci gareggiato con la Superstock. Bridewell ha prenotato il primo volo disponibile e atterrerà a Venezia alle 21:15 di venerdi. Sarà una bella sfida.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike: Due giorni di test del Mondiale a Misano, ingresso a 5€

Superbike: Loris Baz-Yamaha Ten Kate, il debutto nei test a Misano

Superbike: Stefan Bradl si candida per la Honda HRC 2020