Superbike 2019: Tom Sykes “BMW ha le idee molto chiare”

La marca tedesca torna nel Mondiale in grande stile, puntando sul campione 2013. Che non vede l'ora...

6 novembre 2018 - 17:28

BMW torna ad impegnarsi sul serio nel Mondiale Superbike e punta su Tom Sykes contando che il britannico sia in grado di ripetere il miracolo compiuto con la Kawasaki. Arrivò nel 2010 trovando una ZX-10R ultima ruota del carro e tre anni dopo era campione.  Il 2019 però comincerà in salità: il team SMR (Shaun Muir Racing), ex Aprilia,  non è ancora pronto per scendere in pista, per cui Tom Sykes e il compagno di squadra Markus Reiterberger cominceranno a girare solo in gennaio, a porte chiuse. Il campionato scatterà il 23-24 febbraio da Phillip Island, Australia (ecco com’è fatta la BMW S1000RR)

“La moto sulla carta mi sembra molto promettente, ma quello che in questo momento mi conferma è la grande spinta che sento intorno. La BMW e il team SMR ci credono molto, puntiamo tutti molto in alto e credo che abbiamo le carte in regola per arrivarci”.

Sykes sogna di potersi riprendere la rivincita su Jonathan Rea, che dal 2015 in Kawasaki gli ha lasciato le briciole. “Anche Yamaha e Ducati saranno molto temibili ma sono molto ottimista, oggi in Superbike le prestazioni dipendono molto dal livello della moto stradale, e mi pare che la S1000RR da questo punto di vista non abbia niente da invidiare a nessuno.”

Tom Sykes per settimane è stato vicino alla Honda, poi ha scelto BMW. “Ne abbiamo parlato a lungo, ma alla fine ho ritenuto molto più interessante la proposta BMW.”
 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP 2022-2026: i 4 punti Dorna per il futuro

BSB Donington Prove 2: Keith Farmer (BMW) davanti alle Ducati

Moto2: Somkiat Chantra operato, al Mugello c’è Teppei Nagoe