Superbike: Jonathan Rea “A Silverstone avevo un gran moto”

Due podi alle spalle di Crutchlow, terzo nel mondiale

1 agosto 2010 - 23:18

Archiviata la delusione della 8 ore di Suzuka ed una serie di gare difficili, Jonathan Rea a Silverstone è tornato sul podio conquistando due secondi posti alle spalle di Cal Crutchlow, inavvicinabile e con ben altro passo rispetto al portacolori Ten Kate. Johnny è soddisfatto di questa prestazione e del lavoro svolto dallla squadra, disponendo finalmente di una Honda CBR 1000RR competitiva e… vincente.

In gara 1 Crutchlow aveva un passo migliore del mio, mi mancavano un paio di decimi a giro“, spiega Jonathan Rea. “La mia moto comunque andava bene, un pò meno gli pneumatici, avevo una sensazione diversa da quella del Warm Up. In Gara 2 mi aspettavo di poter tenere il ritmo di Crutchlow, ma lui era davvero inavvicinabile, ha fatto una gara incredibile.

Qui a Silverstone la mia squadra mi ha dato una grande moto, mi ha permesso di lottare per vincere. Sono davvero felice dopo qualche gara difficile, mi son divertito molto e prima della pausa estiva abbiamo concluso con due buoni risultati“.

Jonathan Rea ha così potuto conservare e rafforzare la terza posizione di campionato in attesa del Nurburgring dove, lo scorso anno, vinse Gara 2: ci arriverà anche con una situazione contrattuale ben definitiva in ottica 2011?…

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller: “Lorenzo è stupido e fuori controllo”

Superbike: ETS Racing Fuel, quanto sono importanti le benzine speciali?

MXGP Germania: Tim Gajser è carico, Tony Cairoli ancora in dubbio