Superbike: Dorna tende la mano a Ten Kate

Il promoter del Mondiale pronto ad aiutare il rientro della formazione olandese scaricata da Honda

28 gennaio 2019 - 6:00

Il promoter del Mondiale Superbike è pronto a lanciare la ciambella di salvataggio al team olandese Ten Kate scaricato da Honda a fine ottobre, quando ormai era troppo tardi per trovare una nuova partnership tecnica. “Siamo in contatto con loro, stanno tentando di rientrare già in questa stagione con un programma di lungo termine” ha raccontato Gregorio Lavilla all’online Speedweek. Il direttore sportivo Dorna WSBK però non ha fornito dettagli. “Al momento non posso dire altro, noi come organizzatori stiamo  aspettando i loro piani. Il rientro di Ten Kate ci farebbe piacere, perchè è una squadra di grande tradizione. Siamo pronti a dare una mano“.

Significa che   se i cugini Ronald (nella foto d’apertura)  e Gerrit Ten Kate trovassero un partner tecnico, la Dorna sarebbe disposta a coprire parte del budget. Ma è dura: Ducati, Kawasaki, Honda, BMW e Yamaha hanno già fior di squadre ufficiali o satellite. All’Eicma di Milano, in novembre, c’era stato un colloquio con Aprilia, svanito  di fronte alla cospicua richiesta economica avanzata dal Gruppo Piaggio per la fornitura delle RSV4 lasciate vacanti dagli inglesi di SMR. . Con appena 18 piloti permanenti iscritti al Mondiale 2019, recuperare due posti sarebbe importante per l’immagine del campionato. “Il numero ideale sarebbe stato 20 piloti, ma non siamo riusciti a raggiungerlo” ammette Lavilla. “Durante la stagione forse ci sarà qualche altro arrivo. Inoltre speriamo di colmare la lacuna con le wild card.” 

Ma neanche alla voce “ospiti” si registra affollamento. In Australia al momento è prevista solo una wild card, anche se di livello: Troy Herfoss, pilota Honda campione in carica dell’ASBK, il campionato nazionale. Lorenzo Zanetti correrà i round italiani (Imola e Misano) con la Ducati Panigale V4R.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso: “Lorenzo non era lucido, merita una penalità”

BSB Brands Hatch Gara 2: Josh Brookes bis, Ducati tris

MotoGP: Edema osseo al ginocchio per Aleix Espargaró