Superbike Donington Warm Up: sempre Tom Sykes

Anche nel Warm Up comanda la classifica

26 maggio 2013 - 6:40

Primo effettivo giro veloce in 1’28″600, tre passaggi consecutivi sul traguardo sotto il muro dell’1’29”, gran finale in 1’28″446: anche nei conclusivi 15 minuti di Warm Up è sempre Tom Sykes il riferimento del Mondiale Superbike a Donington Park. Con 10° di temperatura, ma con il sole a mitigare le attività di squadre e piloti, il vice-Campione del Mondo in carica si propone come legittimo pretendente alla vittoria nelle due gare in programma lasciando ad oltre 3/10 il capoclassifica di campionato Sylvain Guintoli, come in Superpole il suo più diretto inseguitore, sceso sotto l’1’29” soltanto per un giro insieme a Davide Giugliano (3°) e Loris Baz (4°).

Valori in campo, eccezion fatta per le prime due posizioni, riviste in quest’ultima sessione di prove pre-gara ritrovando 9 piloti racchiusi in meno di 1″ compresi attesi protagonisti quali Marco Melandri (protagonista di un “dritto” a metà turno), Jonathan Rea ed Eugene Laverty, in fila indiana dalla settima alla nona posizione preceduti anche da Leon Camier (5° su Crescent Suzuki) e Chaz Davies (6°).

Arpiona l’ultimo posto nella top-10 la prima delle tre Panigale del Team Ducati Alstare condotta da Carlos Checa, poco staccato Niccolò Canepa (12° e l’unico dei Ducatisti qualificatosi ieri alla SP3), a seguire i nostri Michel Fabrizio (14°), Ayrton Badovini (15°), Federico Sandi (17°) e Vittorio Iannuzzo (19°). Per concludere, nove i giri percorsi da Leon Haslam, tuttora indeciso se prender parte o meno alle due gare in programma ad un mese dalla frattura di tibia e perone della gamba sinistra.

eni FIM Superbike World Championship 2013
Donington Park Racing Circuit, Classifica Warm Up

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’28.446
02- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.372
03- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.489
04- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.529
05- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.610
06- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.633
07- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.641
08- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.702
09- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.850
10- Carlos Checa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 1.067
11- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.129
12- Niccolò Canepa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 1.132
13- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 1.300
14- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 1.501
15- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 1.537
16- Max Neukirchner – MR Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 2.044
17- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.187
18- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.938
19- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 4.092

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ducati-Yamaha, test a Misano. Con Pirro e Folger anche Bautista e Davies

MotoGP, Assen: Alex Rins “Sarà battaglia anche quest’anno”

Pit Beirer: “Pedrosa non è marketing, vuole fare la differenza con KTM”