Mondiale 300: Ana Carrasco: “Sono più forte di un anno fa”

Ana Carrasco adesso è un pilota ufficiale a tutti gli effetti: difenderà il Mondiale Supersport 300 supportata dalla squadra di Rea e Haslam. Il via il 7 aprile ad Aragon

28 marzo 2019 - 9:10

Ana Carrasco ci riprova. La 22enne spagnola prima ragazza a vincere un titolo Mondiale di motociclismo si appresta a difendere il numero uno nella Supersport 300 che prenderà il via il 7 aprile al Motorland di Aragon. “Sono molto più preparata di un anno fa” dice Ana presentando la nuova sfida. Scartata l’ipotesi di salire in 600, la Carrasco nel 2019 sarà a tutti gli effetti pilota ufficiale Kawasaki. Verrà gestita da Provec, la stessa struttura tecnica che gestisce in pista le ZX-10R Superbike di Jonathan Rea e Leon Haslam. La Carrasco si è trasferita a Barcellona, sede del team, per perfezionare la sua preparazione, anche dal punto di vista fisico.

Penso che sarà un cambiamento positivo e spero che lo vedremo durante la stagione “ anticipa Ana. Che nelle scorse settimane ha girato moltissimo sui tracciati di Jerez, Portimao (entrambi circuiti del Mondiale) e Almeria  “Ci ​​stiamo preparando molto meglio di prima. Siamo stati veloci su tutti i circuiti e abbiamo migliorato il nostro ritmo dall’anno scorso. Direi che siamo pronti per la prima gara. Non credo di partire favorita, non ho pressione particolare. Il mio obiettivo sarà andare sempre a punti. Non è importante vincere la prima gara, ma arrivare in Qatar (26 ottobre, ndr) nelle condizioni ideali per giocarci qualcosa di importante.” 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

WSSP300 Misano: Il gran duello dei baby campioni

Mirko Giansanti: “Il progetto GRT mi sta ripagando del Mondiale perso da pilota”

Superbike Misano: Tom Sykes scalpita “Vorrei salutarvi dal podio”