Alvaro Bautista: “MotoGP 2020? Vorrei ci fosse posto per me…”

Il capofila del Mondiale Superbike parla dell'ipotesi MotoGP 2020. "Ma tornare in un team satellite non mi interessa"

22 maggio 2019 - 9:29

Alvaro Bautista si sta preparando alla prossima sfida Superbike contro Jonathan Rea, a Jerez (Spagna) l’8-9 giugno. Intanto, intervistato da Cadena Sur (emittente radiofonica andalusa)  ha parlato dell’ipotesi rientro nella MotoGP.  “Ritornerei solo se avessi una moto ufficiale, cioè il potenziale per far vedere anche là quanto valgo” è la condizione primaria di Bautista.  “Correre in un team satellite non mi manca affatto: lottavo, rischiavo ma il massimo cui potessi ambire era un sesto posto. In Superbike sto molto bene: ho trovato una grande squadra (Aruba.it Ducati), la V4R sta andando bene. Non mi aspettavo neanch’io di vincere così tanto (11 gare su 13 disputate, ndr) e di suscitare così tante attenzioni mediatiche.” 

BAUSTA PUNTA ALLA DUCATI GP20

Alvaro Bautista si è candidato al posto di Danilo Petrucci, che ha un solo anno di contratto. E non lo nasconde. “Sinceramente non so se per me potrà spuntare un’opportunità. Io posso solo dare il meglio in pista: mostrare il mio potenziale, la mia voglia di vincere e far vedere quanta fame abbia. Ma non sono io che prendo le decisioni. Questo compito tocca a Davide Tardozzi e Paolo Ciabatti, sono loro i “decisori”. Io parlo in pista. Certo, mi piacerebbe avere un’opportunità…” 

BENE LA PRIMA

Alvaro Bautista ha già guidato la Ducati ufficiale nel GP d’Australia dell’ottobre scorso, sostituendo Jorge Lorenzo infortunato. Scattando dalla quarta fila (12° tempo), finì quarto, a soli 4 quattro secondi dal vincitore Maverick Vinales, perdendo di un paio di secondi il confronto diretto con Andrea Dovizioso, terzo. A Phillip Island, senza aver mai provato prima la GP18, su 27 giri di gara si rivelò  31 secondi più veloce di Danilo Petrucci, finito dodicesimo, con la stessa GP18 ufficiale, gestita da Pramac. Nella stessa occasione Alvaro Bautista segnò il terzo giro veloce della gara, il migliore fra i ducatisti.

 

1 commento

fabu
16:29, 22 maggio 2019

rassegnati Alvaro, da quando in Ducati ne hanno azzeccata una sulla gestione dei piloti MotoGP?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike: ETS Racing Fuel, quanto sono importanti le benzine speciali?

Superbike Misano: Alvaro Bautista “La caduta è già dimenticata”

Superbike Misano: Lorenzo Zanetti sulla Ducati Go Eleven