Supersport Jerez: Si va in Spagna con Lucas Mahias quasi campione

A Jerez de la Frontera Lucas Mahias può sfruttare l’assenza l’assenza di Kenan Sofuoglu e conquistare il titolo della Supersport con una gara d’anticipo.

18 ottobre 2017 - 5:32

Il Mondiale Supersport si accinge ad affrontare la sua penultima tappa stagionale a Jerez de la Frontera e l’infortunio che ha messo KO Kenan Sofuoglu Lucas Mahias avrà la concreta possibilità di laurearsi Campione del Mondo con una gara d’anticipo.

GRANDE CHANCE Salvo clamoroso recupero per Losail, la stagione di Sofuoglu è finita a Magny Cours per le fratture al bacino subito cadendo in Superpole e a questo punto Lucas Mahias ha la concreta possibilità di portarsi a casa il titolo già a Jerez arrivando almeno secondo a prescindere dal rientro o meno di Sofuoglu (secondo in campionato a -9) e comunque davanti a Sheridan Morais, terzo in campionato a -32 dal pilota francese (122 punti contro i 154 di Mahias). A Jerez il transalpino è stato protagonista un anno fa in Superstock 1000 di uno spettacolare duello per la vittoria con Maximilian Scheib e si è arreso al forte pilota cileno solo all’ultimo giro. Riuscirà quest’anno a vincere?

TUULI RITROVATO – Mahias è sicuramente il favorito per la vittoria del round spagnolo, ma i piloti che potrebbero giocarsela con lui non mancano e tra questi merita una menzione Niki Tuuli, vincitore a Magny Cours. Il pilota finlandese del team Kallio Racing ha iniziato la stagione con una bella gara a Phillip Island e un podio in rimonta a Buriram, ma nelle gare successive ha incontrato problematiche di vario genere che lo hanno tenuto fuori dalla zona punti fino a Misano e questo gli ha impedito di rimanere in lotta per le prime posizioni del campionato. Al Lausitzring, però, il team Kallio Racing è passato dalla vecchia Yamaha R6 alla nuova e il finnico è tornato a giocarsi la top 10 in Germania e in Portogallo per poi conquistare la pole position e un’inaspettata vittoria in Francia. Un anno fa a Jerez Tuuli è arrivato secondo da wild card alle spalle di Kenan Sofuoglu e non è da escludere che anche quest’anno possa giocarsi almeno il podio. Dovrà invece riscattarsi dopo il deludente 8° posto di Magny Cours il suo compagno di squadra Sheridan Morais, che come detto è l’unico avversario di Mahias nella lotta per il titolo a causa del KO di Sofuoglu.

OCCHIO A CARICASULO – Un altro pilota che potrebbe dire la sua per la vittoria a Jerez, a meno che nel team GRT non si opti per il gioco di squadra, è Federico Caricasulo. A Magny Cours “Carica” è arrivato secondo alle spalle di Niki Tuuli dopo averlo impensierito per buona parte della gara e a Jerez proverà a giocarsi le prime posizioni su una pista dove ha conquistato un podio nell’Europeo Superstock 600 nel 2014.

TEAM PUCCETTI INEDITO – Complice l’infortunio di Sofuoglu e la separazione da Kyle Ryde, il team Kawasaki Puccetti Racing si presenterà in Spagna con una formazione quasi del tutto inedita rispetto alle gare scorse e al fianco di un Michael Canducci tornato nelle prime posizioni a Magny Cours ritroveremo Anthony West, che ha già avuto modo di prendere confidenza con la Kawasaki Ninja ZX-6R partecipando alle ultime gare del CIV Supersport a Vallelunga. Insieme a loro ci sarebbe dovuto essere Leon Haslam, ma “Pocket Rocket” ha dato forfait per le fratture di caviglia sinistra e polso e pollice destri rimediate cadendo nel BSB a Brands Hatch e al suo posto assisteremo al graditissimo rientro di Axel Bassani, che tornerà a correre per il team Puccetti dopo la buona gara di Misano al posto di Canducci.

GLI ALTRI – Tornando alla lotta per la vittoria a Jerez de la Frontera saranno da tenere d’occhio anche piloti spesso nelle primissime posizioni come Jules Cluzel e l’alfiere MV Agusta PJ Jacobsen. In casa Italia sono attesi a una prova positiva non solo Caricasulo, Bassani e Canducci, ma anche gli altri nostri portacolori: Christian Gamarino, Alessandro Zaccone, Lorenzo Zanetti (che in Francia è arrivato sesto dopo essere partito 21°), Roberto Rolfo (nuovamente in pista come sostituto di Giuseppe Scarcella nel team Lorini Honda) e Alex Baldolini (passato da MV Agusta a Yamaha).

EUROPEO – In attesa di vedere cosa succederà per quanto riguarda il Mondiale, a Jerez si assegnerà intanto il titolo di Campione Europeo Supersport e il principale candidato a succedere ad Axel Bassani nell’albo d’oro della categoria è l’estone Hannes Soomer, che comanda la classifica con 27 punti contro i 19 di Rob Hartog. Appese a un filo le chances del nostro Alessandro Zaccone, fermo a quota 13 punti a causa anche del problema tecnico che lo ha costretto al ritiro a Magny Cours.

IN TV – La gara del Mondiale Supersport a Jerez de la Frontera scatterà domenica 22 ottobre alle 11:30. Diretta TV su Italia 2 (canale 35 del digitale terrestre) e su Eurosport HD (canale 210 di Sky e 372 di Mediaset Premium).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

BSB Silverstone: Tarran Mackenzie in pole, Scott Redding 3°

Honda HRC in pista per preparare il National

Moto2, Tom Lüthi: “La stagione in MotoGP una ‘buona scuola’ “